Il dolore di una madre: allestimento di Luca Manuli per l’Addolorata di Enna

FOTO DI SILVIA VICARI
L’artista Luca Manuli racconta “Il dolore di una madre” nell’originale allestimento artistico creato per la sera del giovedì santo nella chiesa di Maria Santissima Addolorata di Enna.

Accanto alla Madonna trafitta, pochi elementi, uno scenario quasi nudo, disadorno, silenzioso. E’ una madre come tutte le madri del mondo questa Addolorata che piange il suo figlio amatissimo prematuramente ucciso. “Voglio raccontare l’universalità del dolore delle madri di giovani che hanno perso la vita a causa della violenza, sia essa bullismo, crudeltà, scelte scellerate della società – spiega l’artista – ed è per questo che accanto all’Addolorata non ci saranno simboli strettamente legati al cattolicesimo perché voglio toccare i cuori di tutti, anche dei non credenti”.

Sono i ragazzi uccisi da mani assassine i protagonisti di questa immensa sofferenza. La confraternita dell’Addolorata retta da William Tornabene ha deciso di affidare a Manuli questo non facile compito: “Il mio sguardo e le mie mani sono sull’Addolorata, così cara a noi ennesi, immagine così potente di dolore e speranza – racconta Luca – è un grande onore e un’emozione fortissima allo stesso tempo. La statua porta addosso un’aura spirituale che illumina e che ha segnato anche me”.

L’installazione sarà aperta al pubblico questa sera.

Mariangela Vacanti

Visite: 977

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI