Il Culto di S.Lucia a Enna: ce ne parla l’ennese Francesco Gatto

Oggi ricorre la festa di Santa Lucia, nata a Siracusa nel 283, la quale morì martire, durante le persecuzioni di Diocleziano, il 13 dicembre del 304.
Ad Enna, come in molti paesi della Sicilia, la festa di Santa Lucia, martire siracusana protettrice della vista, è particolarmente sentita. Fu una delle prime feste cristiane ad essere istituita. Si tratta quindi di un culto molto antico, ancora oggi diffuso nel Sud e Nord Italia e nei paesi scandinavi come la Svezia.
Il culto di Santa Lucia ad Enna è certamente molto antico, ma non è possibile stabilirne con precisione l’epoca in cui sia stato attivato. Alcuni reperti, ci attestano la presenza del culto luciano nella nostra città, a partire dal 1500, anno in cui i nostri concittadini fecero intagliare una statua lignea della Santa ed eressero in suo onore una chiesetta, (della quale oggi, vi faccio dono di una foto inedita del suo interno) sita nell’attuale piazzale Bovio, attigua alla via Roma, fatta demolire, perché fatiscente, nell’aprile del 1930, dal Podestà di Enna.
La vicina parrocchia di S. Tommaso Apostolo, allora ne ereditò il culto ed il prezioso simulacro ligneo, che rimase esposto nella chiesa parrocchiale, alla pubblica venerazione fino al 1950, anno in cui una nuova statua di Santa Lucia, particolarmente espressiva, fu acquistata dal parroco Giuseppe Termine.
Oltre all’antica statua, si salvarono alcuni accessori, come gli occhi in argento, che teneva nelle mani, e degli ex voto costituiti principalmente da occhi realizzati in argento ed altri metalli, manufatti realizzati in varie epoche e da orecchini ed anelli in oro.
D’allora, l’antica statua di santa Lucia, dopo un lungo peregrinare da deposito, in deposito, oggi è possibile ammirarla nel salone parrocchiale di San Tommaso, dove il prezioso manufatto attende da tempo, un delicatissimo restauro che possa restituire l’antico splendore ad un opera d’arte così significativa del patrimonio artistico e religioso della nostra città.
Mi auguro che presto l’antico simulacro di Santa Lucia possa tornare ad essere esposta alla pubblica venerazione, e riconsegnata alla nostra città, affinché in essa si possa ammirare uno segno splendido della pietà luciana dei nostri padri.
Francesco Gatto

Visite: 588

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI