Il Comitato No Muos sul sito sotto sequestro

Dopo anni di lotte e pressioni popolari il Muos è sotto sequestro.
C’è stato il tempo per festeggiare un risultato che senza la mobilitazione collettiva non si sarebbe mai ottenuto. Eppure noi rimaniamo vigili e cauti: troppe volte abbiamo assistito a inganni, raggiri e false promesse per poterci dire del tutto soddisfatti. Il nostro obiettivo resta lo smantellamento non solo delle parabole ma anche dell’intera base americana che ha sventrato quel che resta della Sughereta.

Per questi motivi lanciamo il terzo campeggio No Muos, dal 6 al 9 agosto, ancora una volta al presidio permanente in contrada Ulmo.

Nel corso degli anni la lotta No Muos ha raccolto tantissimi consensi e ottenuto grandi risultati, ha instaurato legami e attraversato pratiche e dinamiche di conflitto sociale su e giù per il mondo. È questa la nostra risposta a chi ci taccia di essere un manipolo di sedicenti rivoluzionari. Siamo ovunque perché siamo chiunque lotta.

Quest’anno è il centenario dell’inizio della Prima Guerra Mondiale, momento storico che registrava un esteso fermento contro la guerra e di cui oggiAggiungi un appuntamento per oggi raccogliamo l’eredità ideale, morale, politica, culturale e antimilitarista. Dal 6 al 9 agosto cade anche un altro tragico anniversario: il lancio delle bombe atomiche americane su Hiroshima e Nagasaki. Ricorrenze significative alle quali dedichiamo il terzo campeggio No Muos, all’insegna della rete con le altre lotte a difesa del territorio, sparse per la Sicilia e l’Italia e dell’opposizione a qualsiasi attività militare.

Nel pomeriggio di giorno 8 agosto, poi, ci sarà una manifestazione tra i sentieri di contrada Ulmo per ribadire la volontà della popolazione siciliana: No Muos fino alla vittoria.

Visite: 653

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI