Il Calcio siciliano dalla A alla D commentato da Giovanni Albanese

Contro l’Inter un super Sorrentino tra i pali ha regalato al Palermo un ottimo pareggio casalingo, muovendo ancora la classifica dopo il successo di Bologna. E adesso sarà il turno infrasettimanale di Napoli a dire quale futuro in Serie A potrà avere concretamente la formazione di Beppe Iachini, che sembra comunque aver fatto progressi rispetto alle fasi iniziali del campionato.
Risposte concrete si attendono anche dal Trapani, impegnato questa sera nel turno infrasettimanale di Serie B tra le mura amiche contro il Vicenza di Pasquale Marino. Per quest’ultimo, che è di Marsala, sarà un vero e proprio derby. La squadra di Serse Cosmi, dopo la batosta rimediata con il Cagliari, dovrà dimostrare di essere quella delle prime giornate, uscendo fuori dal tunnel negativo delle ultime due gare.
In Lega Pro lo spettacolo vero è in riva allo Stretto. Il Messina di Arturo Di Napoli continua la striscia positiva che dura da inizio stagione e conquista la testa della classifica, riportando alla piazza l’entusiasmo d’un tempo. Adesso sognare il salto in serie cadetta non è così proibito come sembrava. Numeri da grande squadra anche per il Catania, che regola il Martina Franca e scala la classifica, guardando con fiducia alle prime posizioni. Senza la penalizzazione iniziale di nove punti, i rossazzurri di Pippo Pancaro oggi sarebbero in testa alla classifica con 17 punti, uno in più rispetto al Messina, e questo la dice lunga sul valore della squadra che non è ancora tagliata fuori dalla lotta promozione, malgrado la società continui a rimanere cauta parlando di salvezza. Perde ancora all’Esseneto l’Akragas, che mercoledì in Coppa Italia sfiderà proprio il Catania, in un derby nel derby per gli ex Nicola Legrottaglie, Ciro Capuano, Sergio Almiron.
In Serie D giornata di pareggi. Il Siracusa agguanta il pari sul finale nel derby siculo con il Noto, rimanendo a meno tre punti della vetta della classifica occupata dalla Cavese. Il Due Torri non va oltre lo 0-0 in casa con il Rende, muovendo comunque la classifica. Così come il Marsala fermato sul campo del Gelbison. Una Leonfortese fin troppo sprecona torna a mani vuote dalla trasferta di Roccella, perdendo 2-1. Mentre si complica la situazione dello Scordia, che riposando in quest’ultimo turno viene assorbito al penultimo posto in classifica.
Giovanni Albanese – Twitter: @GiovaAlbanese
Blog: www.giovannialbanese.net

Visite: 372

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI