Guerra sull’impianto di Rifiuti TMB di Cozzo Vuturo: 18 lavoratori sospesi

La guerra tra i pro e i contro la riapertura della Discarica di Cozzo Vuturo con la nuova tipologia di impianto di TMB (Trattamento meccanico bologico) rischia di fare “vittime” occupazionali. Infatti visto il fermo di questa infrastruttura venuta a costare una ventina di mmiloni di euro e definita una delle più moderne in Italia nel suo genere, l’attuale dirigente della società Ambiente e tecnologia che per conto della Srr dovrebbe gestirla l’ingegnere Achille Furioso ha “invitato” i 18 lavoratori provenienti dall’Ato Ennaeuno che erano stati previsti, per il suo funzionamento a porsi in “aspettativa” non retribuita per 2 mesi. Ma la preoccupazione per i lavoratori è che questi 60 giorni potrebbero diventare molti di più se la politica a tutti i livelli sia nazionale che regionale ma anche i sindaci anziché prendersi le proprie responsabilità, giochi a “Risiko” sulla pelle dei lavoratori. Attualmente l’impianto rimane inspiegabilmente chiuso mentre i Comuni dell’ennese vanno a conferire i rifiuti in discariche del catanese e palermitano con un pesante aggravio di costi che ricade sulla collettività.

Visite: 231

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI