Gogòl ha nuovi “Ambasciatori” del Sorriso: Emiliano Abramo e Giacomo Di Blasi e Vincenzo Mirabella

Venerdì 19 Gennaio presso il Pub Posto Giusto di Via Coppola n.45 Catania si è tenuta la Cerimonia di presentazione di Gogòl Ambasciatore del Sorriso. L’evento organizzato dall’Associazione di Volontariato “Come Ginestre” Onlus ha avuto lo scopo di far conoscere il sorriso, attraverso le storie positive dei protagonisti che di volta in volta vengono chiamati a testimoniare la propria esperienza sociale, lavorativa, familiare, e a diventare ognuno Ambasciatori del Sorriso. Gogòl “nomina”, i promoter del sorriso, persone che ne danno un senso attraverso la vita professionale e il far conoscere e sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica all’avvio di iniziative positive e concrete per contagiare di ottimismo e provare a propagarlo senza limiti. Viaggia di mano in mano, di nome in nome, di paese in paese valorizzando concetti semplici ma di grande efficacia: sorridere serve a star meglio. La campagna di sensibilizzazione di Gogòl nasce anche da una citazione “fate che chiunque venga a voi se ne vada sentendosi meglio e più felice” (Madre Teresa di Calcutta). “Sono molto contento e pieno di responsabilità, nello stesso tempo, per quello che rappresenta Gogòl – afferma Salvatore Mirabella – ma nello stesso tempo di essere un suo “ambasciatore”. La società in cui viviamo ha bisogno di guardare con ottimismo al futuro e Gogòl con il suo sorriso aiuta a farlo”. Nella serata sono stati nominati Ambasciatori del Sorriso tre importanti personaggi frutto della nostra terra. Le loro idee innovative e di impegno sociale danno una motivazione straordinaria a questa cerimonia ricca di significato che potrà diventare simbolo del rilancio per Catania. A ricevere Gogòl saranno il Prof. Emiliano Abramo Presidente della Comunità di Sant’Egidio, il Dott. Giacomo di Blasi Amministratore di Soluzioni Sinistri e Vincenzo Mirabella titolare di Posto Giusto. Presenti l’ideatore Mauro Todaro e tanti ospiti e ambasciatori del sorriso di Catania e provincia, Enna.
Emiliano Abramo classe 1980, ad appena 15 anni entra a far parte della Comunità di Sant’Egidio, una delle associazioni più autorevoli nel campo del terzo settore, impegnata nel volontariato “di frontiera” in favore dei più deboli e particolarmente attiva in missioni diplomatiche nelle regioni più complicate del terzo mondo. Abramo formato in questo ambiente di forte passione civile di ispirazione cattolica, si è laureato in Scienze Politiche a Catania ed attualmente e ricercatore presso l’Università Tor Vergata di Roma e docente presso la Link Campus University di Catania. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti tra cui la Colomba d’oro per la Pace 2015 ed il premio “Nella memoria di Giovanni Paolo II” del ministero della Giustizia e della Conferenza Episcopale Italiana. Ha partecipato come relatore a tantissimi convegni di livello internazionale sui temi del terzo settore. E’ interlocutore privilegiato di moltissime testate internazionali, tra cui Guardian e Indipendent, oltre che nazionali che gli si rivolgono quando c’è da affrontare in maniera competente il tema dell’assistenza alle migrazioni. Nei giorni scorsi, dopo la disastrosa vicenda che ha coinvolto l’ex assessore alla Famiglia Miccichè provocandone le dimissioni, il presidente Crocetta aveva individuato proprio in Abramo la figura più adatta per superare le polemiche. Ma il prof. Abramo è abituato a convivere con il dolore dell’emarginazione e non si abbandona facilmente alle lusinghe del potere, soprattutto quando questo rischia di non poter dare risposte alle istanze che interessano il mondo del volontariato che intende continuare a rappresentare. Il ragionamento del leader di Sant’Egidio è pacato e responsabile: “Ho ringraziato il presidente Crocetta per aver pensato a me e gli ho già comunicato la mia decisione, la mia non è una rinuncia di matrice antipolitica, ma non mi pare ci siano le condizioni per fare bene quello che intendo continuare a fare come volontario, possibilmente anche meglio. E sono disponibile, come lo sono sempre stato, a contribuire gratuitamente mettendo al servizio di quanti vorranno impegnarsi, compreso il prossimo assessore, le mie esperienze e competenze.” Se fa onore ad Emiliano Abramo aver rinunciato giovanissimo ad un ruolo di grande prestigio ed anche molto appetibile economicamente, resta il dramma di una politica che non riesce a creare le condizioni per coinvolgere direttamente nella gestione della cosa pubblica le migliori risorse che pure sono presenti nella nostra comunità. Ed è uno spreco intollerabile.
Soluzioni Sinistri è un’ impresa socio-solidale che fornisce assistenza globale ai soggetti che subiscono gravi lesioni (o il decesso di un familiare) a seguito di un incidente per causa di terzi (macrolesioni da incidenti). Si occupa anche della rivalsa del datore di lavoro, diritto al risarcimento di un’azienda che subisca l’assenza di un proprio collaboratore per cause terze. L’utile della gestione non rimane ai soci ma è destinato a sostenere finanziariamente casi di persone che versano in stato di bisogno. Qual è la nostra mission? La produzione di reddito di impresa da destinare a persone bisognose. Lo facciamo attraverso i nostri Partner che credono fermamente al progetto, quindi la sinergia con associazioni, confederazioni, comuni, enti, aziende e singoli individui per far loro conoscere i nostri servizi globali e innovativi e a cui garantiamo assistenza professionale, psicologica, finanziaria, logistica, con professionalità, etica e trasparenza. Perché un’impresa socio solidale? Tutto nasce dalla visione di un manager di lunga esperienza, Dott. Giacomo Di Blasi, che ha deciso di fare l’imprenditore solidale. L’obiettivo? Non realizzare profitti da destinare ai soci, ma conseguire risultati finanziari a beneficio di casi bisognosi. Questo è lo scopo ultimo di Soluzioni Sinistri, molto simile alla filosofia delle benefit company, ma differente dalle crowdfunding, tuttavia sempre in continuità e in attinenza con la vocazione manageriale e imprenditoriale che anima la gestione d’impresa.
La solidarietà è l’unico investimento che non fallisce mai. – Henry David Thoreau

Visite: 2576

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI