Gli ennesi Fabio Di Dio e Giovanni Quattrocchi in missione umanitaria in Cambogia. Continua il racconto della loro esperienza

Giornate che trascorrono con intensità ma all’insegna del sorriso e della spensieratezza con tanti bambini. Sono quelle che stanno vivendo gli ennesi Fabio Di Dio e Giovanni Quattrocchi in missione umanitaria in Cambogia. E di come stanno vivendo questa indimenticabile e fantastica esperienza di vita continuano a raccontarlo nel loro diario di viaggio. “Qui le giornate passano nel migliore dei modi – raccontano i due – tutto va per il verso giusto. Si gioca si ride e nello stesso tempo ci prepariamo e lavoriamo per la consegna dei filtri di depurazione dell’acqua. Per la consegna alle famiglie nel villaggio la Onlus il Nodo sta preparando una grande festa. I quaranta gradi all’ombra pesano un po. Ma questi ragazzi ti danno una carica incredibile e quindi tutto viene affrontato con il sorriso. Affrontano la loro vita di tutti i giorni non certo facile, senza luce, acqua, gas ed altro sempre sorridendo. Siamo veramente fieri e felici di essere qui”. La Cambogia un paese del Sud – Est Asiatico a noi molto lontano della cui storia sono in pochi a conoscere. E Fabio e Giovanni di questa storia e di quanto è accaduto nello scorso secolo lo stanno conoscendo solo adesso. “Stiamo acquisendo molte informazioni sulla loro storia e che ci lascia a bocca aperta – continuano i due – ma ci stiamo abituando e ci abituiamo anche al loro modo di essere e di vivere che di grande esempio per tutti considerando le ferite che questo paese ha dovuto subire negli anni precedenti”. Fabio e Giovanni ammirano la fierezza di questa popolazione. “Qua non c’è orologio – continuano – ci si alza la mattina e fino a quando fa buio si lavora. Il capo villaggio e un vero leader che sta sempre in mezzo la gente e cerca di fare quello che può per migliorare le loro giornate. Una grande persona da ammirare che vive i disagi insieme al suo popolo I bambini con la storiella rappresentata in un libro stanno iniziando a capire quanto male fa l’acqua del fiume e quando è invece importante l’utilizzo del filtro che avranno montato nelle proprie case”. I libro distribuito tra i bambini tra l’altro è stato acquistato con una parte dei fondi che Fabio e Giovanni hanno raccolto a Enna per acquistare i filtri. “ Di questo siamo molto orgogliosi – concludono i due – perché la nostra comunità ennese sta dando un grande contributo per migliorare la vita di queste persone. Un libro lo porteremo con noi per farlo vedere a tutti gli ennesi”

Visite: 676

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI