Fp Cgil e Uil Sicilia su contratto dipendenti regionali

Contratto regionali: Fp Cgil, 10 milioni sono insufficienti. “Recuperare
risorse tagliando gli sprechi”

Palermo, 15 giu- “Dieci milioni per il rinnovo contrattuale
dell’amministrazione regionale sono insufficienti. Dopo 10 anni di
blocco contrattuale, chiediamo che si recuperino ulteriori risorse
eliminando gli sprechi e che si vada in tempi brevi, con una
trattativa no –stop, all’accordo sul nuovo contratto”. Lo ha sostenuto
la Funzione pubblica Cgil siciliana, con Gaetano Agliozzo, segretario
generale e Clara Crocè, componente della segreteria al tavolo con
l’assessore regionale alla Funzione pubblica Lantieri sul contratto dei
regionali. “Il rinnovo del contratto- affermano Agliozzo e Crocè – è un
dovere anche e soprattutto guardando a coloro che hanno retribuzioni
sotto la media. Nuove risorse- aggiungono- servono senz’altro, anche
con la finalità del miglioramento della macchina amministrativa”. Cgil,
Cisl e Uil del pubblico impiego il 19 giugno terranno una riunione
congiunta dei direttivi per formulare la loro proposta unitaria sul
contratto, la riforma dell’amministrazione e la riqualificazione del
personale.

Regionali, Tango e Crimi (Uil Fpl Sicilia): “Come temevamo i fondi per il rinnovo dei contratti non bastano. Giudizio ancora critico”.
Palermo. “Come temevamo i fondi destinati ai rinnovi contrattuali che interessano la dirigenza, il comparto e le società partecipate della Regione, dieci milioni in tutto, non bastano. E le idee del governo Crocetta continuano ad essere poco chiare. Per questo manteniamo un giudizio critico sulla direttiva che l’assessore Lantieri ha presentato alle organizzazioni sindacali. Il documento non raggiunge, infatti, gli obiettivi prefissati”. Lo affermano Enzo Tango, segretario generale della Uil Fpl Sicilia e Luca Crimi, segretario regionale della Uil Fpl Sicilia, dopo l’incontro di oggi. E aggiungono: “Serve un percorso condiviso per dare risposte concrete alle legittime aspettative dei dipendenti che, da oltre un decennio, non hanno un contratto rinnovato. Non accetteremo mai solo un rinnovo giuridico, deve esserci anche quello economico con la relativa ricollocazione e riqualificazione del personale. Ma siamo ancora ben lontani da questi obiettivi”.

Visite: 281

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI