Forza Italia su Osservatorio Amianto; altre notizie

“Forza Italia sostiene la battaglia dell’ONA, Osservatorio nazionale sull’amianto e dei lavoratori siciliani che operano nei siti esposti alla pericolosa fibra, che chiedono alla Regione la stipula di un protocollo d’intesa che comprenda Inps e Inail, così come promesso a giugno dal presidente Rosario Crocetta. Il gruppo di FI ha incontrato la delegazione dell’Osservatorio impegnandosi a interrogare assessore e presidente della Regione sui temi della tutela dei cittadini e dei diritti previdenziali dei lavoratori esposti”, lo dichiara l’onorevole Vincenzo Figuccia di Forza Italia, che insieme all’onorevole Edy Bandiera ha incontrato stamane a Palermo, in rappresentanza del gruppo azzurro all’ARS, i vertici dell’Osservatorio nazionale sull’amianto, impegnati a manifestare, insieme ad oltre 500 persone di fronte alla sede del parlamento siciliano.

“Chiediamo altresì che sia predisposto un atto di indirizzo da proporre al parlamento regionale in forza dell’articolo 1 della legge 247 del 2007, nella quale si fa riferimento ai lavoratori esposti all’amianto e che hanno svolto un’attività lavorativa in siti ubicati in regioni a statuto speciale – prosegue Figuccia –. Il governo regionale ha anche il dovere di utilizzare i fondi europei, statali e regionali per realizzare interventi di tutela ambientale, che possano scongiurare i rischi derivanti dalla presenza dell’amianto, nonché a risarcire i danni per morti e malati per l’esposizione all’amianto in Sicilia”.

GIUNTA CROCETTA. FALCONE (FI): AZZERAMENTO PARZIALE E’ ULTERIORE SFIDA A RENZI

“Il parziale azzeramento della giunta Crocetta, che vede tra l’altro l’allontanamento dell’assessore all’Economia Alessandro Baccei, ha il sapore di un ulteriore braccio di ferro tra il presidente della Regione e Matteo Renzi. Si tratta dell’ennesima sfida che Crocetta ha imbracciato seguendo i suggerimenti, secondo voci di corridoio, di due nuovi consigliori, menti che avrebbero indicato al governatore la strada peggiore da seguire. A pagare il caro prezzo di tutto questo, saranno purtroppo, ancora una volta i siciliani”, così l’onorevole Marco Falcone, capogruppo di Forza Italia all’ARS.

RIMPASTO GOVERNO CROCETTA. FIGUCCIA (FI): I MODERATI NON FIRMINO PATTO COL DIAVOLO
“NCD e UDC, assieme agli altri piccoli partiti che orbitano nell’area dei moderati, non dovrebbero firmare nessun accordo di fine legislatura con il Presidente Crocetta, che nei giorni scorsi ha annunciato l’ennesimo rimpasto governativo. Volere continuare l’esperienza Crocetta, significherebbe essere corresponsabili del disastro di cui il Pd è il maggiore artefice”, così l’onorevole Vicnenzo Figuccia, vice capogruppo di Forza Italia all’ARS.
“Assecondare i capricci di Crocetta significherebbe giustificare i litigi che hanno tenuto banco nella maggioranza, che nei fatti non ha mai affrontato le problematiche reali dei cittadini siciliani – prosegue Figuccia –. I moderati non firmino il patto con il diavolo, che avrebbe il solo effetto di prolungare l’agonia di una popolazione da troppi anni in sofferenza, ed a cui non sono state date risposte, a causa della cronica incapacità di portare a termine le riforme avviate da parte dell’esecutivo”.
FONDI EUROPEI 2007-2013. BERNARDETTE GRASSO (FI): LA REGIONE SCONGIURI IL DISIMPEGNO. PRESENTATO ODG ALL’ARS
“Insieme agli onorevoli Marco Falcone, Giorgio Assenza, Vincenzo Figuccia, Alfio Papale ed Edy Bandiera, ho presentato un Ordine del giorno all’Assemblea regionale siciliana, al fine di impegnare il governo regionale, l’assessore all’Economia in particolare, ad intervenire urgentemente per scongiurare, causa l’impossibilità di chiudere i progetti entro il 31 dicembre 2015, il disimpegno dei fondi europei di programmazione 2007 – 2013, con particolare riferimento a quelli per i distretti turistici siciliani”, lo dichiara l’onorevole Bernardette Grasso, deputato di Forza Italia all’ARS.
“E’ importante considerare che i ritardi nel completamento dei progetti finanziati, non è in alcun modo imputabile ai comuni beneficiari degli interventi – prosegue Grasso –, infatti, gli stessi comuni, seppur tra mille difficoltà, hanno rispettato i termini di presentazione delle istanze, ma i relativi decreti di finanziamento sono stati emanati ben quattro anni dopo. E’ altrettanto fondamentale ricordare che la gestione dei bandi è stata un totale disastro a causa della burocrazia regionale. Palazzo d’Orleans intervenga subito su Bruxelles, evitando alla nostra Sicilia la perdita di importantissime risorse e di una vera e propria occasione di riscatto”.

APPALTI ANAS. FALCONE (FI): DEBACLE PER ANTIMAFIA DI SINISTRA

“L’antimafia del pensiero dominante radical chic sta cadendo pezzo dopo pezzo. I nuovi ‘cavalieri del lavoro’ catanesi e siciliani, coinvolti nell’inchiesta sugli appalti Anas, tutti in prima fila nei convegni sulla legalità e sull’antimafia, vicini a politici di sinistra di primissimo piano, e ai più alti ambienti confindustriali siciliani, oggiAggiungi un appuntamento per oggi finiscono alla sbarra. Fatto gravissimo che non solo mortifica il principio di legalità, ma che infrange le aspettative di tanti siciliani onesti che ancora credono al regolare e corretto rapporto tra la pubblica amministrazione e le imprese che dalla stessa conseguono appalti”, così l’onorevole Marco Falcone, capogruppo di Forza Italia all’ARS.

“Vista la gravità delle accuse, tra cui quella di voto di scambio, siamo particolarmente preoccupati per il mantenimento dei livelli occupazionali per centinaia e centinaia di poveri lavoratori siciliani – prosegue Falcone –, e per il completamento delle opere in corso”.

APPALTI ANAS. FALCONE (FI): DEBACLE PER ANTIMAFIA DI SINISTRA

“L’antimafia del pensiero dominante radical chic sta cadendo pezzo dopo pezzo. I nuovi ‘cavalieri del lavoro’ catanesi e siciliani, coinvolti nell’inchiesta sugli appalti Anas, tutti in prima fila nei convegni sulla legalità e sull’antimafia, vicini a politici di sinistra di primissimo piano, e ai più alti ambienti confindustriali siciliani, oggiAggiungi un appuntamento per oggi finiscono alla sbarra. Fatto gravissimo che non solo mortifica il principio di legalità, ma che infrange le aspettative di tanti siciliani onesti che ancora credono al regolare e corretto rapporto tra la pubblica amministrazione e le imprese che dalla stessa conseguono appalti”, così l’onorevole Marco Falcone, capogruppo di Forza Italia all’ARS.

“Vista la gravità delle accuse, tra cui quella di voto di scambio, siamo particolarmente preoccupati per il mantenimento dei livelli occupazionali per centinaia e centinaia di poveri lavoratori siciliani – prosegue Falcone –, e per il completamento delle opere in corso”.

FARAONE. FALCONE (FI): IN GITA SCOLASTICA NEL CATANESE MENTRE SI CONTANO I DANNI

“Colpisce la fotografia pubblicata stamane dalla stampa online, che ritrae un gaudente Faraone in visita alle zone gravemente colpite dal maltempo di ieri nel catanese. Mentre si contano i danni per milioni di euro, stride il sorriso da gita scolastica del sottosegretario, fotografato insieme ai sindaci di San Gregorio, Tremestieri e Valverde. Basta con le passerelle, Faraone sappia assumersi le responsabilità dell’assenza del governo nazionale dai nostri territori, con emergenze mai affrontate, bensì sacrificate alla lotta senza quartiere contro Rosario Crocetta. Faraone ci spieghi altresì come Palazzo Chigi intenda affrontare il nodo dell’edilizia scolastica, una situazione resa ancor più drammatica dallo scippo dei fondi PAC operato dall’esecutivo Renzi, nel più totale silenzio dei politici siciliani appartenenti alla maggioranza  che sostiene il governo e al governo stesso”, così l’onorevole Marco Falcone, capogruppo di Forza Italia all’ARS.

FORZA ITALIA SICILIA. GIBIINO: DUE GIORNI DI LAVORI, 23 E 24 OTTOBRE COORDINAMENTO REGIONALE E CONGRESSI A TRAPANI 

Venerdì 23 ottobre Trapani ospiterà il Coordinamento regionale di Forza Italia, aperto ai parlamentari europei, nazionali e regionali in Sicilia, ai commissari dei capoluoghi di provincia e provinciali, ai coordinatori regionali seniores e al coordinatore regionale giovani. La riunione, che avrà luogo alle 17 presso l’Hotel Crystal, tratterà della convocazione e della celebrazione delle assemblee congressuali comunali, dell’organizzazione del partito e della situazione politica regionale. “Il coordinamento regionale anticiperà di poche ore l’avvio della stagione congressuale comunale, momento centrale della vita del nostro partito sul territorio – dichiara il senatore Vincenzo Gibiino, coordinatore regionale in Sicilia –. Sabato 24 si celebreranno infatti le prime sessioni congressuali sull’Isola, a Trapani, Paceco, Erice e Valderice”.

Visite: 459

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI