Forza Italia Sicilia su studenti fuori sede Università di Catania

“L’emergenza posti letto per gli studenti fuori sede a Catania è di anno in anno crescente. Pochi gli alloggi disponibili tramite l’Ersu, soli 843 posti  per 18 mila studenti che giungono nel capoluogo etneo da altre località dell’Isola. Situazione preoccupante in tutta la regione (2.170 posti letto complessivi 43 mila studenti fuori sede) che ha dato origine a un caro affitti non più sostenibile”, lo ha dichiarato l’on. Marco Falcone, capogruppo di Forza Italia all’Ars, nel corso dell’incontro svoltosi stamane a Catania, al quale hanno preso parte il segretario regionale del Sicet, Carlo D’Alessandro, i consiglieri d’amministrazione dell’Ersu Tommaso Bartoloni e Francesco Lisi, i senatori accademici Claudio Bellamia e Tommaso Piticchio.

“Un tema sul quale Forza Italia vuole accendere i riflettori, quello dell’emergenza abitativa per gli studenti fuori sede siciliani – prosegue l’esponente azzurro –. Nei prossimi giorni presenteremo un disegno di legge che preveda la costituzione di un fondo di 250 mila euro annui per finanziare, in conto interessi, una struttura ricettiva di 400 posti letto, da realizzare in contrada Tavoliere a Catania. Una sorta di campus universitario per la costruzione del quale stiamo verificando la disponibilità delle risorse, a partire dai fondi ex Gescal presso la Cassa Depositi e Prestiti. Per la realizzazione della struttura servirebbero, da progetto, 15 milioni di euro”.

OPERAI MECCANIZZAZIONE ESA. FIGUCCIA (FI): ESSENZIALI, MA LA REGIONE TAGLIA LE LORO GIORNATE DI LAVORO
“Il taglio delle giornate di lavoro agli operai della meccanizzazione dell’Esa, da 213 a 180 per il 2015, rappresenta l’ennesima scelta scellerata del governo Crocetta. La decisione, operata dal presidente della Regione, dall’assessore all’Economia Baccei e dall’assessore all’Agricoltura Caleca è assolutamente incomprensibile, per di più in relazione al fatto che i trattoristi e gli operai tutti dell’Esa, sono ad oggiAggiungi un appuntamento per oggi l’unica risorsa disponibile per la messa in sicurezza di territori alluvionati e franosi, come ad esempio il comune di Bisacquino, e per il ripristino di arterie stradali interrotte. Rimaniamo senza parole. Prima la Regione prende impegni con i cittadini, quindi, li disattende, lasciando fermi per 2 mesi i lavoratori della meccanizzazione. Crocetta ritorni subito sui suoi passi”, così l’on. Vincenzo Figuccia, vicecapogruppo di Forza Italia all’Ars e coordinatore azzurro per la provincia di Palermo.

 

Visite: 1051

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI