Forza Italia Sicilia su situazione drammatica dei Comuni

“Razziati i fondi destinati ai Comuni! Dai 900 milioni del 2013 si è passati a poco più di 350 milioni per il 2015”. Lo dice Bernadette Grasso, deputata all’Ars di Forza Italia, rimarcando la contrazione delle assegnazioni che viene annualmente operata in sede di legge finanziaria.

“A questo quadro desolante delle risorse regionali – spiega l’esponente azzurra – bisogna aggiungere l’ulteriore diminuzione dei trasferimenti statali, decrescenti nell’ultimo triennio di oltre il 40 per cento. Non occorre essere facili profeti per ipotizzare che i Comuni non riusciranno a chiudere i propri bilanci. La ricaduta immediata si evidenzia sulla riduzione di servizi essenziali alla collettività, e sull’innalzamento della tassazione a carico dei cittadini. La prima trimestralità è stata erogata da pochi giorni, ma siamo a fine anno. A nulla è valsa la richiesta da me promossa di istituire un tavolo tecnico per individuare soluzioni tempestive e scongiurare la paralisi amministrativa. In ballo la sussistenza di migliaia di famiglie che dipendono dalla capacità dei comuni di assicurare loro il pagamento degli stipendi ai dipendenti e ai precari avviati”.

“Sembrerebbe quasi che si voglia smantellare l’assetto costituzionale eliminando sistematicamente l’autonomia dei territori – sottolinea l’onorevole Grasso –  . Così come si sta pensando di fare con le Regioni, sottraendo loro autonomia legislativa, anche i Comuni sono sistematicamente privati di quelle risorse essenziali per la loro vita. In questo quadro allarmante mentre PD – UDC e Sicilia Futura continuano a litigare per la spartizione delle poltrone, comportandosi irresponsabilmente hanno sancito la morte degli Enti locali”.

CORTE D’APPELLO CALTANISSETTA. INCONTRO A ROMA TRA SOTTOSEGRETARIO FERRI E DELEGAZIONE NISSENA
“Una delegazione guidata dal deputato regionale di Forza Italia, onorevole Giuseppe Federico, e composta dal presidente dell’Ordine degli avvocati di Caltanissetta, Pierluigi Zoda, e da altri avvocati, ha incontrato ieri a Palazzo Madama il sottosegretario alla Giustizia Cosimo Ferri, per perorare la causa del mantenimento della Corte d’Appello a Caltanissetta, fondamentale presidio di legalità nel cuore della Sicilia. All’incontro, organizzato dal senatore Vincenzo Gibiino, membro del Comitato di Presidenza di Forza Italia, ha preso parte il senatore Giacomo Caliendo, membro della commissione Giustizia del Senato.
“Abbiamo esposto al sottosegretario Ferri le ragioni per le quali la presenza di una Corte d’Appello a Caltanissetta rimane fondamentale per garantire un adeguato corso alla giustizia civile nel nostro territorio – afferma l’onorevole Pino Federico –. Lo Stato non deve arretrare, bensì mantenere saldo ogni baluardo deputato al rispetto della legge”.
MALTEMPO. FIGUCCIA (FI): PIOVE E LA SICILIA SI FERMA. IL TERRITORIO SIA MESSO IN SICUREZZA
“Una terra che viene piegata da ogni temporale. OggiAggiungi un appuntamento per oggi, come qualche giorno fa, come sempre. La pioggia di stamane ha nuovamente devastato le nostre città, le nostre periferie, con i soliti allagamenti, il solito blocco della circolazione. Strade e linee ferrate, nel palermitano come nel catanese o nel messinese si sono fermate, con effetti disastrosi sulla mobilità dei cittadini. La Sicilia è la terra in cui cedono i viadotti delle autostrade, crollano i soffitti delle gallerie, è la regione in cui le frane distruggono gli acquedotti lasciando a secco intere città. La colpevole disattenzione dell’amministrazione Crocetta nei confronti di un territorio che cade a pezzi è sotto gli occhi di tutti. Palermo come Roma si dimostrano incapaci di programmare e intervenire, di affrontare un’emergenza ormai cronica. Serve una programmazione seria e di lungo periodo, servono finanziamenti veri per mettere in sicurezza un territorio da troppo tempo abbandonato”, lo dichiara l’onorevole Vincenzo Figuccia, vice capogruppo di Forza Italia all’ARS.

 

Visite: 351

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI