Forza Italia Sicilia su riforma Province

“Roma attacca la riforma delle province siciliane a firma di Rosario Crocetta, accorgendosi del dannoso pasticcio messo in atto da Palazzo d’Orleans, norma fermamente contestata da Forza Italia, nel metodo e nel merito, tanto che il gruppo parlamentare azzurro non partecipo’ al voto. L’esecutivo Crocetta viene nuovamente e palesemente sfiduciato dal governo nazionale, di fronte ad una Sicilia che chiede occasioni di riscatto, sino ad oggiAggiungi un appuntamento per oggi negate da una politica incapace”, così il senatore Vincenzo Gibiino, coordinatore di Forza Italia in Sicilia, durante la riunione con tutti i parlamentari azzurri siciliani tenutasi a Palermo.

SAVERIO ROMANO. FALCONE (FI): DISPIACERE PER DECISIONE DI LASCIARE FORZA ITALIA

“Apprendo con dispiacere la decisione dell’onorevole Saverio Romano di passare con il gruppo di Denis Verdini alla Camera dei Deputati, e pur comprendendo un suo certo stato di disagio, auspico che il suo percorso sia comunque all’interno di un centrodestra alternativo alla sinistra, a Roma come a Palermo. Spero altresì che il Cantiere Popolare di Romano, con il quale all’Ars c’è stata piena collaborazione e ampio sostegno, rimanga in un solco di coalizione alternativa al Partito Democratico e alla sinistra”, lo ha dichiarato l’onorevole Marco Falcone, capogruppo di Forza Italia all’Assemblea regionale siciliana.

 CATALOGNA. FIGUCCIA (FI): VICINO A INDIPENDENTISTI. ANCHE LA SICILIA VIVA APPIENO IL VALORE DELL’AUTONOMIA
“Il movimento indipendentista catalano è oggiAggiungi un appuntamento per oggi in campo con grande determinazione per l’autonomia della Catalogna, in una vera e propria sfida che vede alcuni milioni di persone decise ad ottenere un pieno riconoscimento politico per la propria terra. Ai cugini catalani, che con grande civiltà perorano le ragioni di una Catalogna autonoma, giunga la mia personale vicinanza. L’autonomia è contrasto all’omologazione, difesa della diversità, delle peculiarità territoriali. Anche i siciliani siano consapevoli di questo valore e difendano l’autonomia della loro terra, costituzionalmente sancita”, lo dichiara l’onorevole Vincenzo Figuccia, vice capogruppo di Forza Italia all’Ars.
“La piena applicazione dello Statuto siciliano, con particolare riferimento agli articoli 36 e 37, che definiscono il regime delle entrate tributarie per la Regione, unitamente a politiche economiche lungimiranti, ci consentirebbe di ridare slancio alla nostra terra. In un’autonomia correttamente gestita può infatti risiedere la chiave di volta – prosegue Figuccia –. A mio figlio Angelo, che porta il nome di mio padre, ho spiegato come un popolo si debba identificare nella propria storia, nelle proprie tradizioni, che deve custodire e tramandare con grande rispetto. Guardo con ammirazione alla Catalogna mentre penso alla mia Sicilia, certo che quello dell’autonomia non sia un concetto da combattere, bensì una conquista da difendere”.

ASSESTAMENTO DI BILANCIO. FALCONE (FI): IL GOVERNO CERTIFICA IL PROPRIO FALLIMENTO

“L’assestamento di bilancio è una vera e propria manovra, con la quale il governo Crocetta certifica il proprio fallimento. Il maggiore disavanzo di 120 milioni di euro, sforamento che ha creato un ulteriore buco sul 2014, lo spostamento in avanti di due anni delle rate dei mutui di 150 milioni di euro con la Cassa depositi e prestiti, il debito di 5 miliardi di euro che i siciliani pagheranno per i prossimi 30 anni, sono il regalo di Crocetta alla nostra Sicilia. Tanti nuovi debiti e tutte le emergenze ancora sul tappeto”, così l’onorevole Marco Falcone, capogruppo di Forza Italia all’Ars.

Visite: 346

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI