Forza Italia Sicilia su Province

“Lo Stato vuole risanare i conti pubblici raddoppiando il prelievo annuale sulle province siciliane, e questo succede con il beneplacito del Governo Crocetta, che ha iniziato a tagliare drasticamente servizi indispensabili per le categorie più deboli, a partire dai minori disabili, audiolesi e ciechi. L’esecutivo faccia un passo indietro, evitando di determinare l’interruzione del pubblico servizio, nonché di mettere le ex province, Palermo in primis,  nelle condizioni di violare i contratti che le stesse hanno stipulato con gli Enti che come da convenzione devono garantire il servizio per l’intero anno scolastico. Vorrei capire al tempo stesso con quali criteri sono stati scelti i servizi cui mantenere la convenzione a scapito degli altri penalizzati. L’Istituto Padre Annibale di Francia di Palermo, gli operatori e le famiglie che si sono visti tagliare il servizio di trasporto e le attività di riabilitazione pomeridiane, non resteranno a guardare di fronte a tale palese violazione dei diritti. Io e tutta Forza Italia saremo al loro fianco, chiedendo un’inversione di marcia da parte della Provincia, che invito ad intervenire prima che inizino a piovere i ricorsi al TAR”, così l’onorevole Vincenzo Figuccia, vice capogruppo di Forza Italia all’Ars.

SCUOLE PARITARIE E ISTITUTI CATTOLICI. FALCONE (FI): A RISCHIO CHIUSURA, SERVE RILANCIO

“Le scuole paritarie e gli istituti scolastici cattolici sono a rischio chiusura, a causa di una progressiva e insensata azione di indebolimento costruita ad arte dal governo regionale”, questo il commento del capogruppo di Forza Italia, Marco Falcone, intervenendo in merito al mondo scolastico privato che sta subendo continui tagli, ormai non più sostenibili.  “Il disegno di legge di stabilita’ regionale, presentato dal governo, – ha incalzato Falcone – tra le tantissime criticità e deficienze, quest’anno, ha ulteriormente ridotto il contributo riservato alle scuole paritarie siciliane, prevedendo uno stanziamento di appena € 2.000 per classe, a fronte dei circa € 20.000 che vengono riconosciuti alle scuole paritarie nel resto d’Italia”. “Si tralascia il fatto – ha continuato il parlamentare forzista – che mentre nel pubblico il percorso d’istruzione di un alunno costa allo Stato ben 7.000 euro annui, nel privato e’ inferiore ai 3.500 euro”. “Forza Italia, – ha concluso il capogruppo azzurro – che e’ riuscita a reintrodurre dal 2014 nel bilancio regionale il buono scuola, da quest’anno fara’ le barricate non solo per impedire che il diritto allo studio sia compresso, ma per rendere libero e completo il diritto di quelle famiglie che, oltre al percorso didattico, guardano, per i propri figli, ad una crescita educativa e valoriale”.

 

OCCUPAZIONE ANAGRAFE QUARTIERE SAN GIOVANNI PALERMO. CONSIGLIERE MILAZZO OCCUPA AULA CONSIGLIO COMUNALE PER PROTESTA

“Ho deciso di occupare l’aula del Consiglio comunale di Palermo in segno di protesta per il mancato sgombero dei locali dell’anagrafe del quartiere San Giovanni Apostolo di via Paladini nel capoluogo regionale, occupati da settimane da persone disperate senza un alloggio. Se da un lato è inaccettabile che per acquisire il diritto alla casa si debba commettere un gesto illegale, è altrettanto assurdo che l’ufficio anagrafe non sia fruibile dai cittadini, 19 mila abitanti che per ottenere un certificato o per rinnovare un documento sono costretti a rivolgersi ad uffici di altri quartieri, lontani anche chilometri. L’amministrazione comunale intervenga subito, ristabilendo la legalità, trovando una collocazione alle famiglie disagiate e riattivando i servizi”, lo dichiara il consigliere comunale e deputato regionale di Forza Italia, Giuseppe Milazzo.

Visite: 336

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI