Forza Italia Sicilia su Gestione Rifiuti

“Da un lato il governo regionale di Crocetta e del Partito democratico, con in testa l’assessore renziana all’energia, ha fatto soltanto chiacchiere, facendo scivolare la situazione ambientale siciliana in un baratro dal difficile se non impossibile ritorno, dall’altro l’esecutivo, per nascondere il proprio insuccesso, con l’articolo 30 del disegno della Legge Finanziaria, intende applicare ulteriori imposte sanzionatorie ai comuni che non si siano messi al passo nella raccolta differenziata. Un vero e proprio sgambetto per scaricare agli altri le proprie responsabilità. Cosa penserebbe il governo, a questo punto, se presentassimo una norma a favore dei comuni che sanzionasse la Regione per l’inadempienza in materia di discariche e di sistema di gestione dei rifiuti?”, così l’onorevole Marco Falcone, capogruppo di Forza Italia all’ARS.

CENTRODESTRA SICILIA. MICCICHE’ (FI): INCONTRO PROFICUO CON GIAMPIERO CANNELLA (FDI)
“Incontro proficuo con Cannella e Fratelli d’Italia. Sintonia. Riunifichiamo il Centrodestra e torniamo a governare”, lo dichiara in un tweet il commissario di Forza Italia in Sicilia Gianfranco Micciche’, al termine di un incontro con l’esponente siciliano di Fratelli d’Italia Giampiero Cannella.
PATTO SICILIA 2015. GRASSO E FALCONE (FI): URGE PROFONDA REVISIONE. IL GOVERNO SI CONFRONTI CON GLI ENTI LOCALI O SARA’ ENNESIMO BLUFF
“Con una mozione presentata all’ARS il gruppo di Forza Italia chiede che il governo regionale riveda il Patto per la Sicilia 2015, rimodulando le delibere di giunta n. 288/2015 e 344/2015, dopo avere attuato un serrato confronto con le Autonomie Locali, unici veri rappresentanti dei territori. Se questo non avverrà ci troveremo di fronte all’ennesima occasione mancata da parte di un esecutivo frottolaio che verrà ricordato per l’incapacità manifesta di sfruttare opportunità e risorse. Il governo regionale sostiene che Roma abbia indicato i settori di intervento, se fosse veramente così saremmo vittime di una strategia folle, non può essere infatti Palazzo Chigi ad individuare le linee di sviluppo della nostra terra”, lo dichiarano gli onorevoli Bernardette Grasso, deputato azzurro e Marco Falcone, capogruppo di Forza Italia all’Assemblea regionale siciliana.
“Il Patto per la Sicilia deve destinare maggiori risorse al turismo e alla cultura, creando occasioni tangibili di sviluppo – proseguono Grasso e Falcone –. Siano pertanto finanziati progetti realmente attuabili, che portino immediato sollievo ad un’economia malconcia e ad un settore, quello turistico-culturale, che può essere per davvero volano di una tanto auspicata ripresa. All’esecutivo Crocetta chiediamo di scegliere la strada della concretezza per evitare alla nostra terra, alla nostra gente, l’ennesimo terribile bluff”.
DICHIARAZIONI PANELLA SU RAI UNO. FIGUCCIA (FI): DOMANIAggiungi un nuovo appuntamento per domani ‘CAMBIAMO LA SICILIA’ PROTESTA IN VIALE MAZZINI
DomaniAggiungi un nuovo appuntamento per domani alle 14 CambiAmo la Sicilia manifesterà di fronte alla sede Rai di Roma in Viale Mazzini. A renderlo noto Vincenzo Figuccia, parlamentare di Forza Italia all’ARS e promotore del movimento CambiAmo la Sicilia che nei giorni scorsi ha già espresso la propria contrarietà rispetto alle affermazioni del giornalista Carlo Panella che ha dichiarato su RAI UNO: “A Colonia maschi ubriachi che fanno le porcate che facevano i maschi in Sicilia e che forse fanno ancora”.
“CambiAmo la Sicilia nasce da un forte slancio sicilianista, con l’obiettivo di valorizzare il territorio siciliano e proprio per questo non possiamo e non vogliamo permettere a nessuno di insultare il nostro popolo con simili affermazioni del tutto scorrette e lesive dell’immagine del nostra terra – afferma Figuccia –. Come rappresentante delle istituzioni della mia regione inoltre  non posso rimanere in silenzio, come è stato fatto dai personaggi presenti in una trasmissione come “Uno mattina in famiglia” andata in onda sulla più importante rete televisiva di Stato, di cui anche NOI SICILIANI paghiamo il canone.  La Sicilia, terra da sempre accogliente, non può essere trattata in questo modo e per questo CambiAmo la Sicilia, il movimento che ho l’onore di rappresentare domaniAggiungi un nuovo appuntamento per domani sarà portavoce dei siciliani chiedendo ai dirigenti nazionali della Rai di intervenire per sanzionare l’accaduto”.

FINANZIARIA SICILIA. FALCONE (FI): DEMOLITA DAI SINDACATI

“Illogica e incoerente, questo il giudizio di sintesi espresso dalla CGIL e dagli altri sindacati sul disegno di legge Finanziaria nel corso dell’audizione odierna in commissione Affari Istituzionali all’ARS, sulle parti di competenza relativamente al pubblico impiego. Ma il giudizio, per dirla come l’UGL e i sindacati autonomi, si estende al resto del testo. Siamo al paradosso e forse anche alle battute finali, quando l’assessore alle autonomie locali contesta apertamente l’assessore all’economia Baccei, e quando il direttore della funzione pubblica Giammanco sostiene che il risparmio di 5 milioni di euro previsto dall’assessore all’economia non sia reale, perchè non supererebbe in effetti gli 800 mila euro. Questa situazione di schizofrena acuta, dà la cifra del governo (o del non governo) che il Pd insieme a UDC e NCD si ostinano a tenere insieme”, così l’onorevole Marco Falcone, capogruppo di Forza Italia all’ARS.

 

Visite: 330

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI