Forza Italia Sicilia su crollo viadotto Palermo – Agrigento

“Un’interrogazione in commissione Lavori Pubblici al Senato indirizzata al ministro Lupi, da me presentata insieme al senatore Maurizio Gasparri, una seconda interrogazione all’Assemblea regionale siciliana rivolta al presidente Crocetta. Forza Italia chiede alle istituzioni competenti di attuare una ricostruzione rigorosa sul crollo del viadotto Scorciavacche, lungo la statale 121, che collega le province di Palermo ed Agrigento, e auspica che i responsabili di una potenziale tragedia siano puniti in modo esemplare”, così il senatore Vincenzo Gibiino, capogruppo di Forza Italia in commissione Lavori Pubblici e coordinatore azzurro in Sicilia.

“Numerosi i quesiti ai quali chiediamo rapida risposta dal Ministero e dalla Regione. Sul luogo di costruzione dell’opera sono state effettuate adeguate indagini geognostiche? Quali sanzioni saranno inflitte ai responsabili del disastro? Quali i tempi previsti per il ripristino della viabilità ordinaria? E ancora, per quali ragioni i lavori di realizzazione del viadotto sono stati affidati alla ditta Cmc, azienda che già in passato ha avuto svariate controversie giudiziarie? Infine, quali azioni saranno adottate per monitorare con solerzia tutte le opere infrastrutturali finanziate dall’attuale Governo affinché non si incorra nuovamente in situazioni drammatiche?”.
Sul tema Forza Italia terrà una conferenza stampa venerdì 9 a Catania.

EX PIP. FIGUCCIA (FI): BASTA STOP & GO ED UMILIAZIONE LAVORATORI, SERVE CONTINUITA’

“Finalmente arriva la relazione tecnica del governo regionale sugli ex Pip, che consente lo stanziamento di 9 milioni di euro per la copertura delle attività fino al 30 aprile. Un passo necessario ma non sufficiente, in quanto dal primo maggio i 2.774 ex Pip saranno nuovamente in bilico tra un posto di lavoro e la disoccupazione. Una vita in chiave precarietà che non favorisce il riscatto di una società già particolarmente avvilita. Dallo stesso documento si evince come siano pochissimi i lavoratori interessati ad uscire dal bacino, solo 36 le istanze di fuoriuscita, la stragrande maggioranza chiede infatti di continuare a lavorare”, lo ha dichiarato l’on. Vincenzo Figuccia, vicecapogruppo di Forza Italia all’Ars e coordinatore azzurro per la provincia di Palermo.

“Chiediamo al governo Crocetta di invertire la rotta una volta per tutte, di non procedere con rinnovi con il contagocce – prosegue Figuccia –, ma di dar vita a riforme strutturali che vadano nella direzione della creazione di una struttura consortile capace di coinvolgere direttamente i comuni utilizzatori, cosa che garantirebbe continuità lavorativa e sgravi fiscali per le realtà che fruiscono dei servizi”.

ELEZIONI GELA. GIBIINO (FI): BASTA PERSONALISMI. PROTAGONISTI LA CITTA’ E IL FUTURO DEI SUOI CITTADINI

“Dialogo e concertazione, saranno questi i due ingredienti della politica di Forza Italia a Gela, città dalle mille opportunità per anni abbandonata a se stessa. Basta con i personalismi, con le beghe di partito. Il movimento azzurro metterà al primo posto la città e il futuro dei suoi abitanti, nulla di più. I nostri referenti sul territorio avvieranno un serio confronto nel quale coinvolgeranno la politica e la società civile. Presto daremo vita agli Stati generali ai quali tutti potranno partecipare per scrivere insieme un programma capace di traghettare Gela verso un futuro prospero. Per l’individuazione del candidato sindaco e della squadra di governo, se si riterrà necessario, ci faremo promotori delle primarie di coalizione”. Lo dichiara il sen. Vincenzo Gibiino,  membro del Comitato di Presidenza di Forza Italia e coordinatore azzurro in Sicilia.

Visite: 532

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI