Forestali ed enti di servizio all’agricoltura. Più di 5.000 in piazza oggi a Palermo per la manifestazione di Flai, Fai e Uila.

Forestali ed enti di servizio all’agricoltura. Più di 5.000 in piazza oggi a Palermo per la manifestazione di Flai, Fai e Uila. Mannino (Flai): “Chiediamo certezze sulle risorse e tavoli per la soluzione di problemi e il riassetto

Palermo, 11 aprile- Oltre 5.000 tra forestali, lavoratori dell’Esa, dei Consorzi di bonifica e dell’Aras stanno partecipando stamani alla manifestazione regionale organizzata da Flai Cgil, Fai Cisl Uila Uil per chiedere al governo regionale risposte concrete e certezze sulle risorse disponibili per gli avviamenti al lavoro e le garanzie occupazionali in questi comparti, la soluzione dei problemi aperti che non consentono l’effettuazione di alcuni servizi all’agricoltura come le campagne irrigue o il supporto alla zootecnia. “Il Presidente della Regione- dice Alfio Mannino, segretario generale della Flai Cgil Sicilia- ha annunciato emendamenti per 70 milioni in Finanziaria, insufficienti visto che secondo i nostri calcoli ne servirebbero 110. Inoltre si tratta al momento solo di un annuncio a cui vorremmo vedere seguissero i fatti concreti. Con la mobilitazione di oggi- aggiunge- chiediamo anche l’insediamento di tavoli per la soluzione dei problemi e il riassetto di questi ambiti, affinchè da essi possa venire impulso allo sviluppo e stabilità nel lavoro”. Mannino sottolinea che “finora dal Governo regionale sono venute assicurazioni e aperture che non si sono tuttavia tradotte in fatti concreti. Le risposte – prosegue- devono essere immediate, sia perché riguardano migliaia di lavoratori, alcuni dei quali senza salario da mesi (Consorzi di bonifica), inutilizzati (Aras),senza certezze per il futuro (Esa) , senza certezze per quanto riguarda le giornate di lavoro, ma anche perché riguardano l’assetto del mondo agricolo e forestale e il contributo che esso può dare allo sviluppo della Sicilia”.

FORESTALI, IN CINQUEMILA IN PIAZZA A PALERMO

Per i sindacati, che hanno organizzato la manifestazione regionale, sono necessari “emendamenti alla Finanziaria che integrino le risorse necessarie all’espletamento delle giornate di lavoro di tutti i settori”. La Fai Cisl: la Regione assuma la vertenza con la massima urgenza

Oltre cinquemila tra forestali, lavoratori dell’Esa, dei Consorzi di bonifica e dell’Aras, sono scesi in piazza a Palermo per una manifestazione regionale organizzata da Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil. Il corteo si è svolto in mattinata da piazza Marina verso la Presidenza della Regione. A darne notizia i sindacati, che chiedono “emendamenti alla Finanziaria regionale che integrino le risorse necessarie all’espletamento delle giornate di lavoro di tutti i settori”. Al governo regionale i sindacati sollecitano, con le parole di Pierluigi Manca commissario della Fai siciliana, “atti concreti e certezza di risorse per garantire l’occupazione in settori-chiave, che danno sicurezza al patrimonio ambientale e boschivo e supporto alle attività agricole”.
“Pieno sostegno e massima condivisione” sono stati espressi dalla Fai Cisl nazionale. La Regione, si legge in una nota firmata Luigi Sbarra segretario generale Fai Cisl, “assuma la vertenza con la massima urgenza”. “Vanno date garanzie sulle risorse necessarie a stabilizzare tante professionalità – scrive il leader nazionale – e piena applicazione al contratto integrativo regionale per i lavoratori forestali”.

Visite: 87

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI