Fillea Cgil Enna ai Sindaci “Acquistate case vetuste a 1 euro”

Dagli ultimi rilevamenti presso le casse edili si evince che la crisi in edilizia prosegue inesorabilmente e che i dati riguardanti la disoccupazione sono in continua crescita soprattutto nelle regioni del Sud Italia.

Chiudono le piccole imprese edili, perdono il lavoro gli operai edili con una considerevole cessione del monte salari e quindi con conseguente perdita di ricchezza.

Come Organizzazione Sindacale dei Lavoratori abbiamo svolto diverse manifestazioni per chiedere alle istituzioni lo sblocco dei cantieri ma con pochi risultati.

Tuttavia, riteniamo, che il lavoro in edilizia possa ripartire solo tramite la riqualificazione ambientale ed energetica del patrimonio edile , delle aree urbane, della rigenerazione delle città e della salvaguardia del patrimonio artistico di ogni comune.

Alcuni comuni siciliani e italiani quali Salemi in provincia di Trapani, Gangi in Provincia di Palermo, Carrega Ligure in provincia di Alessandria hanno intrapreso l’iniziativa di acquisire gli immobili vetusti e fatiscenti per poi rivenderli ai privati i quali dovranno ristrutturarli.

Con la presente nota, vi esortiamo a voler intraprendere l’iter per l’avvio del progetto in tutti i comuni, “LE CASE AD 1 EURO” con relative determinazioni, regolamento e bando.

Riteniamo che questa iniziativa, possa, anche nei vostri comuni, creare le condizioni per il rilancio dell’edilizia privata e consentire l’avvio al lavoro per i centri edili e per buona parte dei lavoratori edili di ogni comune della provincia.

L’abbellimento dei centri storici oltre a consentire uno sblocco per la crisi occupazionale può rappresentare un valido biglietto da visita per il turismo in provincia di Enna.

Questa Organizzazione Sindacale rimane a Vostra Disposizione per qualsiasi collaborazione in merito al Progetto.

Cordialmente

IL SEGRETARIO GENERALE

FILLEA CGIL ENNA

Alfredo Schilirò

Visite: 459

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI