Filca Cisl Sicilia su sciopero Tecnis

Lavoro: Sciopero dei lavoratori della Tecnis, si ferma il cantiere dell’anello ferroviario. Feneal, Filca e Fillea a Comune, Prefetto e Rfi, “Si eroghino gli stipendi pregressi e si adotti soluzione immediata per garantire completamento dell’opera e futuro lavoratori”.

Palermo – Da oggiAggiungi un appuntamento per oggi sono in sciopero i lavoratori della Tecnis impegnati nel cantiere dell’anello ferroviario di Palermo. Gli operai già stamattina hanno incrociato le braccia, dopo la decisione di ieri del Cda dell’azienda di ritirare il piano di ristrutturazione del debito. “Siamo estremamente preoccupati per l’evoluzione di questa vicenda – commentano Ignazio Baudo, segretario generale Feneal Uil Palermo, Antonino Cirivello. segretario generale Filca Cisl Palermo Trapani e Francesco Piastra segretario generale Fillea Cgil Palermo – che rischia di mettere in serio pericolo il destino di diversi lavoratori e il completamento di un’opera essenziale per la città. A oggiAggiungi un appuntamento per oggi tardano ad arrivare gli stipendi degli operai e l’incertezza che pesa sulla Tecnis, aggrava ulteriormente lo stato di bisogno”. I sindacalisti stamattina hanno chiesto formalmente un incontro al prefetto di Palermo, Antonella De Miro, al vicesindaco Emilio Arcuri e alla stazione appaltante Rfi. “Ribadiamo intanto la necessità di erogare subito i salari pregressi – continuano Baudo, Cirivello e Piastra –  e di adottare subito una soluzione che sia anche quella, già ipotizzata, di bypassare i lavori all’azienda arrivata seconda nella graduatoria di aggiudicazione dell’appalto. La  mancata realizzazione dell’anello ferroviario, causerebbe disagi immani ai cittadini, con strade chiuse e sventrate a fronte di un’opera incompiuta”. Le tre sigle sindacali annunciano che la mobilitazione e lo stato di agitazione continueranno in attesa di fatti concreti.
Visite: 370

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI