Figlio di emigrati nel Nuovo Mondo, sceglie la sua città di origine (Enna) per sposarsi

Essere un cittadino del mondo ma non dimenticare mai le proprie radici. Lo ha fatto Mario Calzetta, un pilota di aereo di origini italiane ma nato in Venezuela e trasferitosi successivamente negli Stati Uniti a Houston che ha deciso di convolare a nozze con la sua compagna statunitense Alice McCormack anche lei pilota ed entrambi dipendenti della United Airlines lo scorso 21 giugno proprio a Enna e scegliendo come chiesa lo splendido santuario di Papardura. Ad unirli in matrimonio Padre Angelo Lo Presti. Mario, figlio di Gaetano Calzetta emigrato ennese in Venezuela (ad andarsene per primo nello stato sudamericano portando la famiglia moglie e figli fu suo nonno Mario senior), lo scorso anno era venuto a Enna in vacanza e parlando con dei parenti aveva espresso la volontà di volersi sposare a Enna. Così una cugina Sabrina Bruno che a Enna gestisce un negozio di abbigliamento si è messa a sua disposizione trasformandosi in Wedding Planner e tra l’altro con eccellenti risultati per organizzargli un matrimonio da mille ed una notte. “Inizialmente la sua richiesta era di sposarsi al Duomo – racconta Sabrina – ma poi andando in giro per Enna e scoprendo il Santuario di Papardura è stato colpito sia lui che la sua fidanzata Alice di questo splendido posto e quindi la sua richiesta è caduta li”. Dopodichè si è messa in moto tutta la macchina organizzativa e Sabrina ha pensato proprio a tutto non lasciando nulla al caso anche perché da diverse parti del mondo visto anche il particolare lavoro che svolgono entrambi sono arrivati una settantina di invitati. “Tutti sono rimasti incantanti dai nostri posti – continua – dalla chiesa, alla nostra città, al Lago di Pergusa alla villa scelta per il catering. Sicuramente c’è anche una soddisfazione personale per essere riuscita ad organizzare un matrimonio in tutto e per tutto visto che per me si trattava di una novità dove però mi sono anche divertita. Ma quello che mi lascia ancora più contenta è di essere riuscita a lasciare un indimenticabile ricordo ai miei cugini e a dare una immagine positiva dei nostri territori e in particolare della nostra città”.

Visite: 3265

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI