Fai, anche a Enna sabato e domenica prossima le “Giornate di Primavera”

Il Fai (Fondo Ambiente Italiano) cresce. Lo ha comunicato ai soci la delegata Nietta Bruno nel corso dell’incontro tenutosi lunedì pomeriggio nei locali del Cisi (Centro iniziative sociali intercomunali) presieduto da Mario Messina. Infatti, oltre ai nuovi iscritti, due gruppi sono sorti in provincia, a Nicosia e Calascibetta, e un gruppo giovani si è formato in ambito universitario, grazie all’azione persuasiva del segretario e della tesoriera ennesi Giorgio Faraci e Marilisa Milano, motivati e pronti insieme con gli altri consoci a votare il luogo del cuore: la Rocca di Cerere. Presente alla riunione il laureando in archeologia Antonino Messina, e presenti da Calascibetta Irene Lombardo, da Nicosia Ina Di Figlia e Adriana Livoi Silvio.

Il primo argomento all’ordine del giorno ha riguardato le Giornate Fai di Primavera, sabato 19 e domenica 20, principale evento annuale del Fai, che consente la visita guidata a beni artistici normalmente preclusi alla pubblica fruizione.

A Enna saranno aperti al pubblico il Teatro Garibaldi, l’Aula Consiliare, la sala Francesco Neglia, dalle ore 10 alle 13; a Calascibetta il Villaggio Bizantino nel Vallone Canalotto, contrada Casa del Mastro, il 18-19-20 dalle 9,30 alle 17. A Nicosia i palazzi Cirino e Speciale Di Mallia, i cortili del palazzo Russo Caprini e La Motta San Silvestro sabato ore 10-13 e 15-18, domenica 10-17 il primo, 10-18 il secondo.

Le visite guidate saranno fatte da scolari apprendisti ciceroni, a Enna anche in inglese, francese, spagnolo, a Nicosia solo in inglese la domenica su prenotazione. A Calascibetta invece è prevista sabato alle 10 escursione in Lis per persone con disabilità uditive.

Anna Maria De Francisco

Visite: 1465

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI