Unimpresa Esattori del fisco a provvigione: più ti tasso più guadagno

Esattori del fisco a provvigione: più ti tasso più guadagno
UNIMPRESA SICILIA·MARTEDÌ 14 NOVEMBRE 2017
Nella riforma presentata ieri dal Pd come emendamento al dl fisco spunta una rivoluzione clamorosa nel metodo di finanziamento delle agenzie fiscali, che va contro tutte le modifiche fatte negli ultimi anni per evitare che gli esattori fossero come i vigili urbani, che guadagnano di più se fanno più multe.
Secondo la riforma al posto degli attuali metodi di finanziamento, basati sui costi di gestione e decisi tramite una convenzione con lo Stato, l’agenzia delle entrate incasserà direttamente una percentuale fissa sull’intero gettito dello stato, dall’Irpef all’Iva.
E la maggioranza prepara il trappolone pure sulle bollette. Oggi dovrebbe sciogliersi il nodo bollette di 28 giorni, ma la fregatura è dietro l’angolo. Nel testo del relatore, subemendato dagli alfaniani, il divieto di 28 giorni vale solo per gli abbonamenti delle famiglie. Restano fuori, dunque, tutte le prepagate e tutti i professionisti.
(a cura del Centro studi e ricerche Unimpresa nazionale)

Visite: 83

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI