Ennamagazine.it; l’ennese Daniela Accurso debutta in libreria con “Una storia capovolta”

Daniela Accurso debutta in libreria con “Una storia capovolta”
Pubblicato da Albatros sarà presto disponibile anche online
Daniela Accurso debutta in libreria con “Una storia capovolta” 28
gen
2020

Daniela Accurso nota giornalista ennese, palermitana di adozione, direttore della testata online Enna magazine, entra dalla porta principale della narrativa col suo libro, dal titolo “Una storia capovolta”. Una carriera costellata da premi, ricca di esperienze e di amicizie fuori dalla Sicilia. Daniela ha sempre vissuto tra la notorietà e la privacy. Una vita sempre sulle righe, fuori dall’ordinario grazie alla sua enorme capacità di comunicazione e di relazione. Per lei nessun timore reverenziale e grande capacità di dialogare con tutti e di entrare in empatia dal più umile al più famoso dei suoi interlocutori. La sue agende telefoniche la dicono lunga e raccontano della sua estroversa e stravagante personalità. Accanto al numero della sarta trovi il numero di telefono del giornalista famoso piuttosto che del cardinale, o perchè no dell’ambasciatore, del cantante, del politico, del medico di fama internazionale, dello scrittore, con i quali intrattiene amicizie, molte nate per il suo lavoro altre per caso. E per di più è apprezzatissima da personaggi inimmaginabili con i quali coltiva condivisioni intellettuali con una disinvoltura che solo lei sa gestire così naturalmente. Forse è proprio questo il segreto della sua brillante socialità. Nonostante ammetta anche lei di essere un po’ egocentrica non ama mettere in vetrina le sue innumerevoli storie che tiene gelosamente custodite. Ma chi, come me, la conosce bene sa che è veramente una professionista dalle mille risorse.

Direttore raccontaci

Vado sempre controtendenza. In un Paese dove tutti scrivono e nessuno legge anche io mi butto nella mischia. Del resto amo le sfide. Albatros è una casa editrice molto accreditata, addirittura in espansione. Sta aprendo i suoi centri in Spagna, ha un canale tematico televisivo, e riesce a vendere in molti Paesi Europei. Vanta, tra gli scrittori, Papa Francesco, Napolitano, ha pubblicato anche Bevilacqua”.

Come sei arrivata a Roma?

“Ho scritto il primo manoscritto prima dell’estate, ma ne ho pronti altri tre. Ho inviato solo il primo a diverse case editrici però ho rimosso tutto. A settembre arriva la telefonata. Non mi sono fatta pregare. In una settimana sono volata a Roma, ho firmato il contratto e siamo in trattative per il secondo libro. Mentre ero negli uffici, sentivo vibrare il mio cellulare. Una volta uscita da Albatros scorgo sul display un numero di Milano. Una nota casa editrice era interessata alla pubblicazione”.

E tu?

“Nulla.Non ho battuto ciglio.Ormai non potevo sottrarmi, ma sono molto contenta. Apprezzo Albatros che vuole puntare su di me per altri progetti a più ampio respiro”.

Ne vuoi parlare?

“No, sono scaramantica. Mi diverto, però,e voglio continuare. Alla mia età è il momento giusto per fare ciò che piace, senza fregarsene granché degli altri”.
Di cosa parla il libro?

“È a sfondo autobiografico e si rifa alla corrente letteraria americana del new journalism, lanciata da Truman Capote”.

La prefazione è molto originale

“Si. La casa editrice mi chiedeva chi dovesse scriverla, cercavo nomi altisonanti, parlandone con mia figlia ad un certo punto Francesco, mio nipote 6 anni, mi illumina. Nonna la scrivo io. E così è stato”.

Ti senti soddisfatta?

“Devo ammettere di essere inorgoglita. L’ editore mi ha voluto conoscere e non è poco. Ho solo un rimpianto”.
Quale?

“Quello di non avere potuto portare alla mia povera sorella il libro appena edito, perché ci ha lasciati esattamente 15 giorni prima della pubblicazione. Ne era contenta ed incuriosita. Purtroppo è la vita, con la sua caducità. Lo scrivo pure nel libro”.

Dove si può acquistare ?

“Si può mandare a ritirare nelle librerie o su Amazon. Tra qualche settimana”.

Visite: 352

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI