Enna volontari di Siciliantica ripuliscono l’area Bizantina nel Castello di Lombardia

Una collaborazione che potrebbe portare a risultati ancora più importanti nel prossimo futuro. E’ quella iniziata di fatto nello scorso settimana tra la sezione ennese di Siciliantica presieduta da Gaetano Marchiafava e l’amministrazione comunale per preservare e rendere più fruibili i beni monumentali della città in primo luogo il castello di Lombardia. E difatti nello scorso fine settimana 11 volontari dell’associazione di cui 5 archeologi, hanno effettuato un importante lavoro di pulitura dell’area della Necropoli Bizantina all’interno del maniero, scavata nel primo trentennio del 900 dall’archeologo Paolo Orsi e poi nel 1979 dalla Soprintendenza. Sono state ripulite 8 tombe e 5 silos riconducibili all’area sacra del tempio di Demetra. Un intervento quello effettuato molto importante poiché le condizioni in cui versava l’area era molto precaria poiché non si effetutavano interventi di manutenzione e pulizia da diverso tempo e le tombe erano piene di terra e ricoperte da una fitta vegetazione che rischiava di creare danni seri a causa delle radici. E’ stata ripulita nel suo interno anche l’attigua torre priva di copertura, dai rampicanti e dal terreno accumulatosi sul pavimento. La pulizia è stata meticolosa e tecnicamente consona ad uno scavo archeologico. Il lavoro effettuato durante gli orari di fruizione ha destato tanta curiosità ma ancor di più il plauso dei numerosi turisti che quotidianamente visitano il castello chiedendo tra l’altro molte informazioni sul castello in genere e la Necropoli nello specifico. L’intervento dei volontari di Siciliantica è stato molto apprezzato dall’amministrazione comunale ed è molto probabile che questo sia il primo di una serie di interventi che i volontari di Sicilaintica effettueranno in aree archeologiche e monumentali di competenza comunale anche se per adesso l’attenzione si concentrerà in particolare al castello di Lombardia dove c’è ancora molto da fare poiché nasconde ancora tante bellissime sorprese. “Ringraziamo il sindaco Dipietro e l’assessore Colianni per averci dato l’opportunità di lavorare per qualcosa in cui crediamo fermamente – ha commentato Gaetano Marchiafava – la tutela e la valorizzazione dei nostri beni culturali”.

Visite: 1280

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI