Enna, una vera “Festa della Primavera” per l’inaugurazione della Via Sacra

Una giornata da vera “festa della primavera”, quella di ieri in cui gli Scout del capoluogo hanno consegnato alla città il sentiero della via sacra. Ed a questa giornata di festa protrattasi sino a sera coincisa anche con l’avvio del programma degli eventi dei festeggiamenti per i 50 anni, di presenza degli scout in città, hanno partecipato in diverse centinaia di persone tra Scout di tutte le età, ma anche tanti semplici cittadini incuriositi di “toccare con mano” cosa fosse realmente questo sentiero ci sui si parla ormai da diversi mesi. Così sin dalle 9 di mattina da Enna bassa è partito un serpentone di persone che ha iniziato ad inerpicarsi lungo il sentiero che porta al bosco gestito dalla Forestale e dove al centro si trova una grotta con dipinti bizantini risalenti al XII secolo. Da questo sito di fatto inizia il percorso della Via Sacra consigliato però in particolare agli amanti del Trekking, realizzato nei mesi scorsi con pala e zappa e picozza dai giovani Scout e che inerpicandosi per la montagna per circa un chilometro porta sino alla Rocca di Cerere nei pressi del castello di Lombardia, mettendo in collegamento due zone sacre, quella cristiano bizantina e quella pagana della Dea Cerere. Il tragitto è stato tra l’altro arricchito di cartelli informativi che grazie alla disponibilità dell’archeologo Enrico Giannitrapani intervenuto ieri alla cerimonia che ha fornito ai giovani Scout tutte le informazioni necessarie, spiegano la storia del sito. Intorno alle 11 il lungo “corteo” di persone è sbucato dalla montagna raggiungendo così l’area sottostante la rocca di Cerere dove si trovano i locali del Capannicoli di proprietà del Comune e dove alla presenza del vice sindaco Angelo Girasole e dell’assessore all’Urbanistica Giovanni Contino si è tenuta la consegna simbolica del percorso. Nella tarda mattinata è arrivato anche il sindaco Maurizio Dipietro. “Oggi è una bellissima giornata di festa – ha commentato Giuseppe La Porta figura storica dello scoutismo ennese nonché consigliere comunale – eravamo fiduciosi per una buona partecipazione di persone. Ma non pensavamo mai di questa portata. Siamo contenti perchè così la gente ha potuto apprezzare fattivamente il lavoro che i nostri giovani scout hanno fatto in questi mesi in quasi tutti i fine settimana anche in giornate con un tempo inclemente ed a cui non terminerò mai di dire grazie per quanto hanno fatto”.

Visite: 998

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI