Enna una installazione che ha aperto un dibattito in città: inaugurata “Monumentale”

Un nome che identifica la momunentalità e la maestosità della città. E’ quello prescelto dai professionisti dello studio di architettura Analogique per la loro installazione la terza del progetto Mutazioni, promossa dal Comune con le associazioni di categoria di Cna, Confartigianato, Confcommercio e Federterziario, nell’ambito dell’iniziativa del Bilancio Partecipato inaugurata nella serata di sabato 25 novembre al Belvedere Marconi. Una installazione dal nome appunto “Monumentale, circa 30 metri di lunghezza per 4 di altezza realizzata con cassette di plastica di frutta e verdura, che sta facendo parlare molto si se tra chi la vede come un elemento di novità e di rottura con una città forse ancora molto tradizionalista e chi invece la vede come una sorta di elemento che non ha nulla a che vedere con il sito dove è stata collocata. Ma ad ogni modo “Monumentale” sta suscitando ed avviato un dibattito in città che non si vedeva e sentiva da anni. Ma i professionisti di Analogique che è giusto ricordarlo come è stato anche per gli altri che hanno realizzato le altre due installazioni, davanti l’ingresso del teatro Garibaldi e al quartiere del Mercato Sant’Antonio, hanno lavorato a titolo gratuito, sono fiduciosi che con il tempo questa loro idea sarà “metabolizzata” ed apprezzata in particolare nelle ore serali quando “Monumentale” sarà visibile da diversi puti e soprattutto per chi sta a valle e fa il suo ingresso in città dalla parte della contrada Kamut . Ieri sera gli architetti con grande cordialità e professionalità sono stati disponibili a qualsiasi chiarimento ed hanno risposto a tutte le domande fatte non solo da giornalisti ma anche da semplici cittadini. Una intervista con loro è stata realizzata da Riccardo Caccamo ed Elisa Di Dio e che si può trovare sui profili social dei due e sulla pagina Fb di Mutazioni. Una intervista a tutto tondo dove gli architetti di Analogique spiegano tante cose su questo elemento artistico contemporaneo, da cosa significa, l’impatto con la città anche per certi versi provocatorio, il perchè della scelta del particolare sito, cosa può trasmettere ed altro ancora. Ed alla fine la novità che questa installazione quando sarà smontata proprio per come è stata pensata ed il materiale prescelto per realizzarla potrà diventare anche qualcos’altro ed in altri luoghi della città. Quindi chi volesse saperne di più su “Monumentale” lo potrà fare ascoltando l’intervista.

Visite: 4859

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI