Enna tutto pronto per l’inaugurazione venerdì prossimo dell’illuminazione artistica della Torre di Federico

Nuova luce sulla Torre di Federico di Enna
Venerdì 24 si inaugura l’illuminazione artistica del monumento medievale finanziata dalla Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo

Sarà presente anche il Prof. Avv. Emmanuele Francesco Maria Emanuele della Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo, venerdì 24 novembre a Enna per la cerimonia di inaugurazione dell’impianto di illuminazione artistica della Torre di Federico, monumento medievale tra i più apprezzati della Sicilia.
È stata proprio la Fondazione Terzo Pilastro a finanziare la nuova illuminazione con una cospicua donazione. “Un grande gesto d’amore per la nostra città. – spiega il sindaco di Enna Maurizio Dipietro – Sì, perché il presidente Emanuele si è innamorato di Enna a prima vista e ha scelto di valorizzarla attraverso la sua prestigiosa fondazione che opera da diversi anni nel campo dei beni culturali”.
Intellettuale ed accademico di caratura internazionale, Emmanuele Francesco Maria Emanuele ha il dono di saper trasmettere a tutti il suo entusiasmo. Oltre che essere appassionato di arte, letteratura, poesia, scienze giuridiche ed economiche, è mecenate e filantropo a tutto tondo e mette a frutto le sue tante conoscenze per scopi umanitari ed a forte impatto sociale, in particolare negli ambiti della sanità e della ricerca scientifica ad essa applicata, ovvero i settori in cui maggiormente si manifestano le emergenze della società.
Insignito nel maggio 2016 del premio per l’Europa “Federico II”, consegnatogli all’interno della Settimana federiciana ennese, e prima ancora del Premio Federichino a Palermo (con le città di Goppingen e Jesi), Emanuele guida la Fondazione Terzo Pilastro quale ente no profit che si spende per i popoli del Mediterraneo – in accordo con quanto sopra detto – nella sanità, nella ricerca scientifica, a favore di istruzione e formazione, nel welfare, nonché promuovendo iniziative di arte, cultura, editoria.
“Sono da sempre un grande cultore della figura e dell’operato di Federico II. – spiega il Prof. Emanuele – Tra le molte fondamentali iniziative di natura civile assunte dall’Imperatore, vi era sicuramente l’attenzione alla cultura, intesa nel senso più ampio possibile, come ho avuto modo di esporre recentemente in occasione di un importante convegno sul tema all’Università di Napoli che porta il suo nome. Ritenevo pertanto doveroso valorizzare questo splendido monumento progettato nel XIII secolo, che fu la residenza estiva di Federico II e che tutt’oggi dà lustro alla città di Enna”.
L’appuntamento a Enna è nel primo pomeriggio alla Villa Torre di Federico.
Si parte alle ore 16 con l’esibizione “Arte della falconeria”, curata da Alduino Ventimiglia di Monteforte Lascaris (nobile siciliano discendente da Federico II), e accompagnata da una coreografia di cavalieri in abiti medievali. Alle 16.45 segue un recital di poesie tratte da alcune raccolte di versi di Emmanuele Emanuele: sarà l’attrice Elisa Di Dio a interpretare i testi su musiche eseguite dal vivo dall’artista Mark Varrò al cimbalom. Il musicista Enrico Coppola e il cantautore Giuseppe Di Bella eseguiranno poi alcuni brani del loro progetto musicale “Il tempo e la voce”, rilettura di liriche dei poeti siciliani del Duecento. Alle 17.30 spazio alla cerimonia di inaugurazione dell’impianto esterno della Torre con la prima accensione ufficiale. In chiusura, aperitivo offerto dagli allievi dell’istituto alberghiero “Federico II” di Enna.
La partecipazione è libera.

Visite: 376

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI