Enna, tanti visitatori alla Settimana della Cultura

Ovvia replica a chi fa notare che la Settimana Culturale Ennese, giunta alla X edizione, sia ripetitiva è: “repetita iuvant”. Non solo, anche se la formula è la stessa, tante sono le “variazioni su tema” che propongono aspetti inediti del passato e del presente ispirato al passato. E tanti, tra cui i ragazzi della scuola dell’obbligo, sono i nuovi fruitori della manifestazione, che grande impegno organizzativo è costata al Comitato promotore per i diritti dei cittadini, così come grande è stata la disponibilità offerta da chi si è esibito come narratore, oratore, artista professionista o improvvisato.

Le vetrine hanno messo in mostra accurate e geniali opere di “talenti di casa nostra” tra cui giovani donne intraprendenti: Maria Rita Di Marco e Katiuscia Di Pasquale hanno esposto manufatti e oggetti di bigiotteria da loro creati, lavori a maglia, bomboniere, bijou ed altre civetterie. Adelaide La Malfa ha proposto materiale prezioso presentando gioielli da lei disegnati, per lo più d’argento, corallo, pietre dure, di ottima fattura e raffinato gusto moderno. Alle pareti si sono ammirati i quadri a olio di Egle Abbate di Villarosa, le tegole dipinte e variamente adornate di Cettina Alongi. Tra i veterani si ricordano Paolo Mantegna e Giovanni Murgana: il primo autore di poetiche composizioni realizzate con estro coi più vari materiali: stoffa, ciottoli levigati, mollette, ed ecco la “vara” dell’Addolorata, la torre di Pisa, animali, ecc. Il secondo è un artista del mosaico realizzato unendo pezzetti di legno, con cui ottiene vasi, ceste, carrozze in miniatura, barche, gondole… Murgana è spesso invitato da enti o istituti di educazione ad insegnare ai giovani la tecnica della sua arte. Il fascino del “tempo perduto” rendono gli oggetti splendenti di rame esposti dalla signora Lina Cocuzza Urso.

Altre nicchie sono state addobbate con oggetti antichi di collezionisti che raccolgono per rivendere, come fa Corrado Nasonte, o di privati che espongono tesoretti di famiglia, come Franca Corrao, Marco Mancari Pasi, Edwige Posabella, Maria Scandaliato. Infine Gino Manna ha esposto foto di Enna ieri e oggi a confronto mostrando suggestivi angoli cittadini, a volte purtroppo dimenticati e lasciati nel più totale degrado.

Anna Maria De Francisco

Visite: 597

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI