Enna, speranze per i Motoseghisti della Biomasse Sicilia

Il futuro lavorativo di 65 operai stagionali motoseghisti della Biomasse Sicilia Spa di Dittaino nelle mani della Regione. E per questo motivo i deputati regionali della provincia Mario Alloro e Luisa Lantieri nei prossimi giorni si attiveranno con l’assessorato regionale all’Agricoltura per fare chiarezza sulla vicenda. Questo l’esito dell’incontro prefettizio di ieri dopo il sit – in della mattinata dei lavoratori interessati che dovevano essere avviati lo scorso 1 ottobre ma che invece non sanno ancora quando ma ancor di più se inizieranno a lavorare. Infatti la Biomasse Sicilia Spa, insediata nell’area industriale di Dittaino, centrale che produce energia elettrica con gli scarti di alberi eucalipti provenienti da boschi del demanio regionale, ha per adesso sospeso a tempo indeterminato il taglio degli alberi poiché dalla Regione non arriva nessuna assicurazione e conferma che la concessione in atto tra azienda e amministrazione regionale sia realmente valida sino al 2018 come invece asseriscono dalla Biomasse Sicilia. In considerazione di ciò i 65 motoseghisti che dovrebbero lavorare per 151 giornate tra ottobre e giugno, per adesso rimangono fermi. Così Cgil, Cisl e Uil ci categoria ieri hanno indetto il sit in davanti la prefettura ed al termine una delegazione di lavoratori insieme ai segretari provinciali di categoria di Cgil, Cisl e Uil Nunzio Scornavacche, Massimo Bubbo e Paolo Campisi sono stati ricevuti dal Prefetto Fernando Guida. All’incontro presenti anche i deputati regionali dell’ennese Mario Alloro e Luisa Lantieri mentre per la Biomasse Sicilia il dirigente Fabrizio Rossi. I sindacalisti hanno prospettato al Prefetto la paradossale situazione che oggi interessa i 65 motoseghisti ma che però se dovesse persistere la loro paura è che potrebbe avere un effetto domino su tutto il sistema dell’azienda che tra diretti ed indotto copre una forza lavoro di circa 300 unità. Rossi ha ribadito ancora una volta che l’azienda è pronta a provvedere alle assunzioni anche da domani mattina a patto che però dalla Regione arrivi chiarezza. E qualcosa di più chiaro si potrebbe avere già da oggi come ha dichiarato Mario Alloro. “Già da domani (oggi per chi legge ndr) avremo incontri sia con l’assessore all’Agricoltura Rosaria Barresi che con il presidente della Commissione attività produttive all’Ars Bruno Marziano – ha detto al termine dell’incontro prefettizio – per cercare di fare il prima possibile chiarezza su questa vicenda. Ma sono moderatamente ottimista che il tutto si risolverà in breve tempo”.

Visite: 2251

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI