Enna, si presenta il libro di Eugenio Amaradio “Cosi mai visti ne ntisti”

Il titolo suggestivo “Cosi mai visti né ‘ntisi” e, a seguire, “nella Sicilia del ‘600” stuzzica il lettore introducendolo in un immaginario straordinario di eventi tutti da apprendere e indicando luogo e periodo storico del racconto. Si tratta del terzo libro, un romanzo storico, corale, di Eugenio Amaradio, avvocato ennese, noto in città anche per gli incarichi svolti come presidente della Commissione tributaria e del Comitato regionale di controllo, componente dell’Organismo unitario nazionale dell’Avvocatura, rotariano segretario del premio di letteratura umoristica “Umberto Domina”.

Il libro è impreziosito dalla copertina a colori e da dieci disegni in bianco e nero di Bruno Caruso, che già aveva illustrato il saggio “La ribellione di Castrogiovanni contro il vescovo di Catania – Un episodio di storia siciliana del 1627”, prima pubblicazione di Amaradio del 2006, spunto per questa nuova opera di narrativa.

Edita dalla Lussografica di Caltanissetta, pagg. 221, euro 16, ripropone 11 disegni del pittore palermitano, tra cui a colori quello di copertina raffigurante il vescovo Innocenzo Massimo dal viso accigliato, la mano immersa in un contenitore di monete d’oro; alle sue spalle cappello e mantello rosso, simbolo di potere ecclesiastico; in fondo alcuni elementi del paesaggio montuoso interno dell’isola.

Nove i capitoli del libro, introdotti dai versetti in dialetto del poemetto di Fra Geronimo Pane e Vino, manoscritto inedito conservato nella biblioteca comunale di Enna, prima fonte da cui trae ispirazione l’autore. Ai precisi riferimenti temporali e topografici si aggiunge la puntuale ricostruzione storica e psicologica dei fatti e dei personaggi di fantasia introdotti dall’autore, in un crescendo di coinvolgenti situazioni animate da sentimenti, passioni, speculazioni dei potenti: “Mondo è stato e mondo sarà – fa dire l’autore a un suo personaggio – Ci sono stati, ci sono e ci saranno sempre i buoni e i cattivi. Ma pochi potranno dire di essere stati sempre a posto con la loro coscienza”. Completa l’opera l’acuto commento critico che ne fa il concittadino docente universitario Liborio Termine.

AM De Francisco

Visite: 449

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI