Enna, Settimana Federiciana, la ricaduta economica sul territorio

Estremamente positivo. Viene commentato in questo modo dagli addetti ai lavori, il bilancio in termini economici della Settimana Federiciana. Infatti in particolare da venerdì a domenica, la città ha fatto registrare una forte vitalità, con centinaia di pernotti tra alberghi alberghi e B&B, per la presenza a Enna di partecipanti da tutta Italia al Campionato italiano di tiro con l’Arco Storico, bar e ristoranti frequentati sia a pranzo che a cena, non solo nel centro cittadino ma anche nelle altre zone della città coinvolte dalla manifestazione ed un mercato artigianale in piazza Vittorio Emanuele dalla Cna, che la lasciato soddisfatti gli stessi artigiani presenti. Ma non solo anche durante la settimana, con i Giochi di quartiere itineranti, numerosi sono stati i turisti che hanno avuto la possibilità di conoscere caratteristici quartieri del capoluogo, come S.Pietro, S. Salvatore, Valverde, Fundrisi e con le loro chiese finalmente aperte per un evento non religioso. Ed ancora il museo archeologico regionale Varisano che in particolare da venerdì a domenica ha fatto registrare un buon numero di visitatori. Quindi una città che non solo nell’arco dell’intera settimana ha prodotto reddito, ma ha anche messo in vetrina per i tanti turisti presenti, le sue bellezze. Probabilmente una partecipazione maggiora la si attendeva dal comparto del commercio magari con il prolungamento dell’orario di chiusura nel Week End. “Non possiamo che confermare questo bilancio positivo – commenta il presidente regionale e vice nazionale dei restauratori Cna ed organizzatore del mercato degli Artigiani Angelo Scalzo – non solo i nostri artigiani sono rimasti soddisfatti, ma anche i titolari di pubblici esercizi del centro cittadino si cono complimentati e ci hanno chiesto di organizzare più manifestazioni di questo genere. Ma noi abbiamo fatto una parte mentre un bravo all’organizzazione della Settimana Federiciana”. Quindi un percorso quello tracciato che dovrebbe essere imitato per tante altre iniziative e che rappresentano un investimento in immagine per il capoluogo. La prossima in ordine di tempo quella promossa dall’architetto Cecilia Neri dal 25 al 29 maggio “Castello e dintorni” un progetto di accessibilità, sicurezza, fruizione e valorizzazione della città e dei suoi beni monumentali in particolare verso i soggetti disabili. Ma intanto gli organizzatori della Settimana Federiciana iniziano a lavorare per la prossima edizione, quella del decimo anno. In città nascerà una scuola di Falconeria «Abbiamo già preso accordi con l’Accademia siciliana falconieri “Federico II di Svevia” – ha annunciato il sindaco di Enna Paolo Garofalo – per aprire una scuola di falconeria nella nostra città». «Sarebbe bello – ha aggiunto Cettina Rosso – realizzarla in un sito medievale come la Torre di Federico. Inoltre uno dei nostri progetti sarebbe di installare all’interno delle sue sale una mostra permanente, una pinacoteca, sempre aperta al pubblico». Apprezzamenti anche per il coinvolgimento delle scuole alla manifestazione e per la numerosa presenza di gruppi storici in abiti d’epoca al corteo diretto da Ivana Antinoro.

Visite: 470

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI