Enna Rugby Festival: arriva il “No” della Fidal per il Campo di atletica leggera Tino Pregadio

Si è venuti a conoscenza che è previsto dall’ 8 al 10 luglio una manifestazione denominata “Enna Rugby Festival” presso il Campo di Atletica Leggera “Tino Pregadio” di Enna.

Questo C.P. FIDAL di Enna, a parte la circostanza che per sabato 9 era prevista, come da Calendario Federale comunicato e pubblicato già ad aprile, una Manifestazione di Atletica Leggera, si chiede e chiede all’Ente proprietario dell’impianto come possa essere concesso in uso il Campo di ATLETICA LEGGERA “Tino Pregadio” per scopi e finalità solo in parte sportivi e non inerenti alla pratica della Disciplina per la quale è stato costruito e recentemente ristrutturato.

Oltre che paventare, con le varie attività non-sportive previste in questa tre giorni, un possibile danno alla pista e alle attrezzature fisse e mobili (sacconi salto in alto e con l’asta, gabbia lanci ecc.), esiste il fondato timore che quello in discorso possa costituire un pericoloso precedente per future richieste di utilizzo del Campo di Atletica per Manifestazioni di qualsivoglia genere (concerti, feste, party ecc.) non compatibili con la sua natura e destinazione, mettendo a serio rischio la durata nel tempo dell’impianto che rimane a tutt’oggi uno dei pochissimi e funzionali complessi sportivi siciliani atti ad ospitare Manifestazioni di un certo livello organizzate dalla FIDAL.

Il C.P. FIDAL di Enna, poi, si chiede e chiede al Comune di Enna come mai sia stato concesso l’impianto in data coincidente con una Manifestazione di Atletica Leggera Federale, nonostante il Calendario sia stato ufficialmente loro comunicato il 31 marzo. Sarebbe stato più opportuno contattare questa Federazione non a “fatto compiuto” ma prima di procedere alla formale concessione del Campo. Questo nonostante sia a conoscenza del Comune che la FIDAL di Enna è dalla riapertura del “Tino Pregadio”, avvenuta nel lontano 2010, che organizza gli eventi di atletica leggera, programmandoli accuratamente per tutta la stagione primaverile – estiva, e che il cartellone delle gare organizzate porta ad Enna migliaia di atleti\e provenienti da tutta l’Isola ed anche da fuori Sicilia.

In questa occasione l’Ufficio Sport del Comune si è limitato solo ad una scarna comunicazione, datata 17 giugno, invitando questo C.P. FIDAL a contattare i funzionari “per trovare una data disponibile” alternativa per la gara inserita in Calendario, in quanto giorno 9 luglio “l’impianto è impegnato con altre manifestazioni programmate”, facendo passare in tal modo la “Programmazione del Calendario Provinciale FIDAL” in secondo piano, nonostante lo stesso fosse già noto da tempo, e dimenticando che lo stesso viene armonizzato con quello regionale e nazionale.

La speranza è che gli Organi Comunali competenti possano chiarire pubblicamente le motivazioni che hanno portato alla concessione del “Tino Pregadio” per attività diverse da quelle sportive e soprattutto perchè si sia preferito concedere il Campo di Atletica Leggera per una Manifestazione non di atletica leggera invitando la Federazione che organizza tutta la stagione estiva su pista di atletica leggera a spostare e trovare altre date per una Manifestazione già prevista in un Calendario Ufficiale pubblicato e comunicato già nel mese di Marzo.

Si auspica, inoltre, che in futuro possa instaurarsi una collaborazione più stretta e proficua tra gli organi provinciali della FIDAL ed il Comune di Enna soprattutto affinché un patrimonio così importante non solo per la città capoluogo ma per l’intera regione siciliana venga tutelato e valorizzato secondo quelli che sono i suoi scopi sportivi precipui e preminenti.

Visite: 1364

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI