Enna riorganizzazione viabilità cittadina iniziata la “lenta rivoluzione”

Una rivoluzione, lenta ma radicale, inesorabile e necessaria. E’ quella prevista per la viabilità cittadina da parte dell’amministrazione comunale ed in particolare dall’Assessore alla viabilità Biagio Scillia. La “rivoluzione” è iniziata con l’installazione delle colonnine per i tiket dei parcheggi a pagamento. Sette quelli installati per adesso solamente nelle zone del centro cittadino, ma che diverranno una ventina entro il 2019 e distribuiti in tutta la città. “Stiamo installando gradualmente queste colonnine che renderanno molto più snello e facile acquistare il ticket del parcheggio nelle zone blu – commenta Scillia – anche se per adesso si potranno continuare ad acquistare i vecchi ticket nelle rivendite autorizzate. Ma prevediamo già dal prossimo mese alcune importanti novità come la possibilità di poter acquistare il biglietto sia attraverso una specifica App installata sui telefonini di nuova generazione che attraverso un sms con i telefonini più datati”. I vigili sempre attraverso una installazione sui cellulari leggendo le targhe delle vetture potranno così capire se le vetture parcheggiate sulle strisce blu avranno regolarmente pagato il biglietto orario per il parcheggio. E questo tipo di attività funzionerà anche per i parcheggi liberi a tempo. L’obiettivo è quello di incentivare la rotazione delle auto parcheggiate nelle zone del centro storico. Saranno previsti inoltre delle particolari agevolazioni per i residenti. Ma il provvedimento più importante in assoluto sarà quello del collegamento in modo snello e veloce dei parcheggi nella zona Pisciotto in con il centro storico attraverso un servizio d bus navetta gratuito. Attualmente in città sono presenti 8738 spazi adibiti a parcheggi di cui 7948 sono quelli liberi mentre 415 a pagamento e 83 quelli riservato ai disabili e 23 le aree di carico e scarico di merci. Settantatè sono le soste libere per ciclomotori mentre quelle a 196 a tempo. E’ fuor di dubbio che tutto ciò dovrebbe portare anche dei benefici alle casse comunali visto che dalla vendita dei ticket l’introito avuto mediamente per un anno pare non sia andato mai a 50 mila euro.

Visite: 566

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI