Enna, rassegna teatrale Cinema Grivi, il 12 febbraio Ben Hur

La pièce teatrale dalla cifra semplice e accattivante, racconta, con una leggerezza che contagia, il sorriso, i  problemi legati all’immigrazione e  razzismo. La commedia scritta da Gianni Clementi, con la regia di Nicola Pistoia, che è sul palco assieme a Paolo Triestino e Elisabetta de Vito affronta un tema attuale in una chiave nuova.

Il Giornale di Sicilia scrive “uno spettacolo tra i più amati dal pubblico italiano negli ultimi anni, visto in quasi duecento città dello Stivale, osannato da numerosi critici”.

Sergio è un cascatore cinematografico infortunato e in attesa di risarcimento, campa con le mance dei turisti fotografati al Colosseo accanto a lui vestito da centurione, mentre sua sorella Maria, emette gemiti di simulata lussuria per una chat erotica. Entrambi reduci da matrimoni falliti, sono amareggiati, frustrati e ringhiosi. Nella loro vita capita però Milan, un clandestino bielorusso, pronto a tutto pur di guadagnare qualcosa. Accolto con sospetto, questi si rivela talmente duttile che, dopo aver sostituito vantaggiosamente il centurione, diventa il suo tuttofare, fino a farlo prosperare. Ma quando il paradiso sembrava a portata di mano succede l’imprevedibile.

Una commedia brillante che innesca la riflessione sul tema dell’immigrazione.

Prossimo appuntamento, questa volta con il cabaret,  con “Maledetto Petr Pan” con Michela Andreozzi, regia di Massimiliano Vado, il 25 febbraio, alle ore 21,00.

 

Visite: 412

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI