Enna, progetto Mutazioni, Il primo passo verso un Cultural Park ennese…?

Enna come Favara? Perché no. Ma a patto che però si ci creda ed in particolare lo facciano gli imprenditori privati ma con la collaborazione dell’ente pubblico. Nel giro di 7 anni grazie agli investimenti iniziali del notaio “mecenate” Andrea Bartoli ed ad una mirata politica di Marketing territoriale ed una intelligente politica di riqualificazione urbana, è nato il Farm Cultural Park, il primo parco turistico culturale in Sicilia. E così un centro conosciuto più che altro per notizie non certo positive come l’abusivismo edilizio, oggi conta invece oltre 120 mila visitatori l’anno diventando una sorta di laboratorio culturale a 360 gradi che attira visitatori da ogni angolo del mondo. Ad oggi milioni investiti sul Farm Cultural Park sono oltre 20 e grazie a una serie di attività di vario genere che sono nate si sono creati centinaia di posti di lavoro. Considerando la bellezza del centro storico ennese tanto suggestivo quanto trascurato spopolato ed abbandonato, e che nel capoluogo esiste una Università con una autorevole facoltà di Architettura, e considerando che “qualcosa sta cambiando” grazie al progetto Mutazioni che sta cercando di dare un volto diverso alla città, perché non continuare su questa strada e prendere esempio da quanto stanno facendo nel centro agrigentino….?

Visite: 696

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI