Enna presentato il piano comunale di Protezione civile

Sarà già consultabile sin da domani sul sito istituzionale del Comune il piano comunale di Protezione civile redatto dal Comune con il determinante intervento dell’Anpas. Il piano è stato presentato stasera presso la sala consiliare. Per redigerlo ci sono voluti ben tre anni. Ma stando a quanto ha dichiarato durante la cerimonia di presentazione, il sindaco di Enna Paolo Garofalo, il piano è non solo facilmente consultabile ma fatto su misura per la città e per i suoi abitanti che da oggi si potranno sentire anche più sicuri.  Presenti alla cerimonia, i rappresentanti di tutti gli enti istituzionali interessati ed il dirigente campo del Dipartimento regionale di Protezione civile Calogero Foti.

Anpas Sicilia presenta il piano di protezione civile di Enna

Dopo un lungo lavoro svolto dai volontari dell’ufficio tecnico regionale

A Enna c’è un piano comunale di protezione civile. E’ frutto di un lavoro lungo, impegnativo, che ha visto l’impegno dei volontari di Anpas Sicilia. Non solo quelli della pubblica assistenza locale, l’Ente Corpo Volontari Protezione Civile Enna (che hanno avuto un ruolo importante per la conoscenza del territorio), ma anche quelli dell’Ufficio Tecnico del Comitato Regionale. Di fatto, è il primo lavoro che viene consegnato nelle mani di un’intera popolazione, che da oggi potrà essere più consapevole dei rischi del territorio in cui vive. Alla stesura del piano è stato fondamentale anche l’ausilio delle Università Kore e della Basilicata, così come quello del Dipartimento Regionale di protezione civile. Ognuno ha dato il proprio contributo secondo le proprie competenze, il frutto è uno strumento strategico che non riporta graficamente le caratteristiche del territorio e ne semplifica la pianificazione dei soccorsi in caso in emergenza.

Sono davvero orgoglio di poter lasciare questo strumento alla città – ha detto il sindaco di Enna Paolo Garofalo -. Lo consegniamo ai giovani, perché da oggi ognuno potrà vivere con maggiore consapevolezza i rischi di questa città”.

Il presidente regionale di Anpas Sicilia, Lorenzo Colaleo, ha spiegato come “anche in questa occasione abbiamo dimostrato che i volontari sono anche una parte pensante della cittadinanza e non solo manovalanza, come spesso vengono considerati”.

A rappresentare l’Università della Basilicata Marco Mucciarelli, il quale ha voluto sottolineare che “Enna è un comune prodigio, perché purtroppo oggi in Italia sono davvero pochi i comuni che hanno il piano comunale di protezione civile e in qualche caso chi ce l’ha lo ha fatto male”.

Il capo del Dipartimento regionale di Protezione civile, Calogero Foti, non ha nascosto la sua soddisfazione “per il fatto che questo piano è frutto di lavoro condiviso, ma deve anche essere un punto di partenza per la prevenzione nei territori”.

Il piano comunale di protezione civile, come annunciato nel corso della presentazione a Sala d’Euno, sarà scaricabile sul sito internet del comune: www.comune.enna.it

 

Visite: 1098

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI