Enna, per la Settimana Federiciana due importanti progetti turistici

Due progetti turistici per attirare visitatori e scolaresche per la Settimana federiciana 2015 e per guidarli all’interno degli scrigni d’arte delle chiese del centro storico.

Il primo si chiama “Sulle orme di Federico II” ed è il pacchetto elaborato da Sergio Buscemi, tour operator titolare dell’agenzia di viaggi “Stupor Mundi”, in collaborazione con “Casa d’Europa” e il Comune di Enna in vista della maratona federiciana ennese dal 4 all’11 maggio. Prevede due giorni e una notte da trascorrere in città per una full immersion nell’Enna del 1200 con accoglienza di figuranti in costume d’epoca, visite guidate ai monumenti storici della città e degustazioni di prodotti ispirati alla tradizione medievale. In programma anche un tour tra i quartieri storici dove si disputeranno i giochi medievali (da quest’anno aperti anche ai disabili) per la conquista del Palio dei quartieri, la partecipazione a rievocazioni storiche con spettacoli artistici ed esibizioni degli arcieri, e, naturalmente, al corteo storico e al Campionato nazionale assoluto di tiro con l’arco storico, e ancora al mercato artigianale medievale e alle mostre artistiche di corredo.

Alle scuole della regione, nel dettaglio, Buscemi ha inviato un invito a partecipare alla Settimana federiciana, specificando che “è anche un’ottima occasione per conoscere le bellezze artistiche e archeologiche che distinguono la nostra città e il nostro territorio dell’entroterra siciliano dal resto dell’Isola, in un’atmosfera davvero unica e coinvolgente”. Per info, 0935.502214, www.stupormundiviaggi.com.

È un itinerario artistico-religioso nelle chiese ennesi, invece, la proposta elaborata dalla Casa d’Europa in collaborazione con il Collegio dei rettori delle confraternite e il sostegno dei parroci e dei reggenti dei Quartieri storici. Per la durata dei giochi, le chiese dei rioni interessati rimarranno aperte e visitabili, grazie alla disponibilità delle confraternite di appartenenza e di un gruppo di volontari esperti conoscitori della storia e delle tradizioni locali che daranno il benvenuto ai visitatori. Al Duomo, a San Bartolomeo e a San Sebastiano verranno pure coinvolti i parroci in rituali e benedizioni. In molte sedi di congreghe, inoltre, saranno allestite mostre di oggetti e arredi sacri.
Nel dettaglio, saranno aperte al pubblico il Duomo, la chiesa
delle Anime sante del Purgatorio, l’Addolorata, il Santissimo Salvatore, la Madonna di Valverde, San Bartolomeo (con il rito dell’omaggio alla Madonna il 6 maggio pomeriggio), Santa Maria del Popolo, San Tommaso, San Sebastiano (dove la mattina di giorno 10 verrà celebrata la benedizione degli arcieri), e Montesalvo (dalla quale il pomeriggio di giorno 10 prenderà avvio il corteo storico).

Nell’itinerario verranno coinvolte anche le guide turistiche professioniste, che hanno dato la loro disponibilità – tiene a precisare Cettina Rosso, presidente della Casa d’Europa e ideatrice della Settimana federiciana con Rocco Lombardo e Maria Renna – e, previa prenotazione di gruppi turistici, le chiese rimarranno aperte anche di mattina”.

 

Visite: 817

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI