ENNA. Nel giorno di Pasqua è venuto a mancare Dino Mannino, noto imprenditore ennese.

ENNA. Nel giorno di Pasqua è venuto a mancare Dino Mannino, noto imprenditore ennese.

Nel giorno di Pasqua è venuto a mancare Dino Mannino, noto imprenditore ennese, impegnato anche nel sociale. Fondò, oltre quarant’anni fa il Kiwanis Club di Enna, guidandolo agli inizi da presidente, ricoprendo anche ruoli di prestigio ai vertici del sodalizio, fondato 114 anni a Detroit (Usa). Aveva appena compiuto 90 anni, festeggiati il 13 aprile scorso in occasione della ricorrenza della 41a Charter del Club, tenutasi al Garden di Pergusa. Fu Arnaldo Cioni, primo governatore del Distretto Italia del Kiwanis International, ad interessare Dino Mannino (nella foto), nel lontano 1977, per la fondazione di un Club Kiwanis ad Enna. L’idea si concretizzò nell’ottobre 1978 e il 21 aprile dell’anno successivo pervenne dagli Stati Uniti la Charter, ufficializzando così la formazione del nuovo Club in Italia.
Geometra, dalle molteplici idee imprenditoriali, creò insieme al fratello Lucio, in Enna e provincia, una rete di concessionarie e rappresentanze commerciali dell’Opel e dell’Alfa Romeo. Discendeva da una nota famiglia d’imprenditori. Il padre, ingegnere, e gli zii, dal dopoguerra in poi, si occuparono d’imprese industriali più svariate. I Mannino, negli anni ’30, erano noti per aver creato in contrada Scifitello la fabbrica della calce, allora indispensabile nelle attività dell’edilizia in genere. Nei pressi della cosiddetta “Curva Mannino”, in fondo alla via Pergusa, prima della costruzione del viadotto, costruirono un capannone con mulino, poi disattivato e adattato ad altri usi: fu battezzato “Caprice” e fino agli anni ’60 vi si tennero ricevimenti d’ogni genere. In età giovanile Dino Mannino, già avviato alla libera professione, fu chiamato a dirigere l’Ufficio tecnico comunale ad Aidone.
Vivo cordoglio ha suscitato in città la sua scomparsa e costernazione nei kiwaniani. Ideò, durante il biennio iniziale della sua presidenza nel Club, il Premio Kiwanis della Bontà e suggerì, nel 1985, al compianto past presidente Andrea Di Martino, l’istituzione del prestigioso “Premio Euno”. La presidente del Club, Nella Pavone, nel divulgare la notizia della grave perdita, ha così commentato: “Un grande amico, un uomo molto legato al Kiwanis, fondato 42 anni fa, che ha dato molto con le sue molteplici attività alla città di Enna”.
Ai funerali, tenutesi al Duomo il 23 aprile scorso, concelebranti Mons. Francesco Petralia, vicario del Vescovo, e il parroco Mons. Vincenzo Morgano, hanno partecipato, oltre ai famigliari, tantissimi amici, estimatori, e molti soci Kiwaniani.
Salvatore Presti

Visite: 1913

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI