Enna; “La scuola che vorrei”; l’IC Neglia – Savarese alla fase nazionale di un concorso di Idee dell’Ance

La conferma che quando i giovani sono adeguatamente stimolati dalle persone giuste ad interessarsi di particolari problematiche sfatano categoricamente il luogo comune di non essere sensibili al mondo che li circonda. Un esempio di questo genere è rappresentato dal concorso di idee “Macroscuola” cui ha partecipato l’IC Neglia – Savarese di Enna bassa la cui dirigente scolastica è Marinella Adamo e che ha portato un gruppo di suoi alunni ad arrivare sino alle finali nazionali. Il concorso promosso dall’Ace l’Associazione nazionale Costruttori edili, prevedeva la progettazione della “scuola che vorrei” un modello di edificio scolastico che rispondesse alle esigenze dei giovani studenti. Il progetto degli alunni della seconda B coordinati dalla professoressa Rossella Maria Signorello ha superato una prima fase di selezione regionale rientrando tra i primi 2 che parteciperanno alla selezione nazionale che si terrà a Roma il 16 maggio presso la sede nazionale dell’Ance. In quell’occasione saranno presenti 3 alunni della classe e il referente del progetto. Sono state realizzate dagli alunni 3 tavole formato A3 contenenti la pianta dei 2 piani dell’edificio da loro progettato e i prospetti principali ed è stata allegata una relazione in cui è presente una dettagliata descrizione del progetto e dei materiali utilizzati (misure ecosostenibili, spazi esterni, piano terra e primo piano). Inoltre per rendere ancora più ricco e autentico il nostro progetto è stato ideato un un plastico su scala che ha riprodotto nei minimi particolari l’idea della “scuola che vorremmo”. “La partecipazione degli alunni è stata esemplare – commenta la Professoressa Signorello – in quanto hanno definito e delineato una scuola aperta alla collettività, fruibile da tutti, attenta alle diverse esigenze, inclusiva, con spazi verdi, pista ciclabile, piscina, anfiteatro all’aperto, spazi multimediali, biblioteca, aule sostegno, laboratori, cucina e sala mensa, orto, giardini d’inverno, osservatorio astronomico, pannelli solari e fotovoltaici, vetrate fotovoltaiche schermate e impianto sotterraneo di raccolta, recupero e riutilizzo dell’acqua piovana, tetto verde. L’Ance si è complimentata per l’impegno profuso, la competenza e l’entusiasmo con cui gli alunni sono stati guidati in questa esperienza”. Questi i nomi degli alunni che si sono cimentati in questa esperienza. Giovanni Cammarata, Samuele Citro, Mattia Di Dio, Marzia Di Marco, Lorenzo Felice, Matteo Franzolin, Dalila Gervasi, Yuri Giardina, Davide Gitto, Enelin Ilardo, Matteo La Paglia, Federico Marmo, Giulio Pitta, Andrea Polito, Asia Ripa, Gaia Rivoli, Sara Rosso, Federica Salamone, Giulia Scardilli, Agata Termine, Mattia Termine.

Visite: 1184

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI