Enna la Festa di Santa Lucia – di Francesco Gatto

3 DICEMBRE
SANTA LUCIA
VERGINE E MARTIRE SURACUSANA
protettrice della vista
“la santa che può guarire gli occhi del cuore”

SANTA LUCIA, DONACCI OCCHI NUOVI

Santa Lucia, donaci occhi nuovi.
Spesso crediamo di vedere, e siamo ciechi.
Accecati dalla superbia, dall’invidia, dall’odio,
dalle passioni che ci impediscono di vedere.

O Cara Santa Lucia, apri i nostri occhi sulle povertà,
sulla miseria, sulle ingiustizie dei nostri giorni
e donaci determinazione e coraggio di andare
contro corrente – se occorre – affinché nessun Lazzaro
resti ad attendere in vano un tozzo di pane
dietro l’uscio di casa del ricco.

Riempi di luce i nostri occhi, perché possiamo
“valutare con sapienza i beni della terra
nella continua ricerca dei beni del cielo”.

Insegnaci, sul tuo esempio,
a condividere i beni con chi è povero e disprezzato.
Fa che nessuno di noi si rassegni ad essere felice da solo.

O Lucia, cara vergine siracusana, ottienici occhi puri,
che sappiano vedere nel corpo uno stupendo dono di Dio,
sua abitazione, suo tempio,
degno quindi di grandissimo rispetto e venerazione.
Non qualcosa da idolatrare o da disprezzare,
ma da amare e valorizzare.

O Lucia, modello di fortezza e di fedeltà,
donaci occhi che sappiano vedere lontano:
oltre la sofferenza che ci affligge,
oltre il dolore che ci torchia,
oltre l’apparente fallimento che ci umilia.
Occhi levati sempre in alto, da dove ci verrà l’aiuto;
occhi purificati dal pianto, che è promessa di un raccolto abbondante;
occhi pieni di stupore davanti alle sorprese che l’amore di Dio ci ha preparato.

(+ Mons. Giuseppe Costanzo
Arcivescovo di Siracusa
2004 Anno Luciano
XVII Centenario del Martirio di Santa Lucia)

13/12/2019

Visite: 294

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI