Enna, inaugurazione con Eugenio Finardi per il corso di Musicoterapia della Scuola Aleteia

Successo d’iscritto per il nuovo anno accademico dell’Aleteia.
Il 31 marzo potrebbe esserci Eugenio Finardi a inaugurare l’apertura di “Musica Ribelle” la triennale di Musicoterapia

Inizia all’insegna di una grande successo il nuovo anno accademico dell’Aleteia, che questa sera nell’auditorium Guidano terrà la tradizionale “festa della matricola” che inaugura l’anno di studi della Scuola di Psicoterapia.
Dopo una intensa campagna d’informazione, che ha coperto tutta la Sicilia, si registra il tutto esaurito (le Scuole sono a numero chiuso!) e sono in via di esaurimento i posti disponibili per la triennale di Musicoterapia Musica Ribelle Aleteia.
«Gli allievi, che verranno a studiare ad Enna, presso le Scuole di livello universitario, riconosciute dal Ministero della Università, provengono da molte provincie della Regione, anche lontane dall’ “Ombelicum Siciliae”, come Ragusa, e gli studenti saranno ospitati, durante i week-end di didattica, presso la foresteria denominata Casa Aleteia», anticipa il suo fondatore Tullio Scrimali, psichiatra, psicoterapeuta, docente di musicoterapia presso l’università di Catania e neuroscienziato clinico.
La cerimonia inaugurale, del corso di studi Musica Ribelle e della stessa Scuola, i cui corsi partono, questo anno, per la prima volta, è stata fissata, invece, per venerdì 31 Marzo. Il Direttore, Tullio Scrimali ha invitato, per questa occasione, il Maestro Eugenio Finardi, celebre autore della canzone Musica Ribelle che ha dato, per l’appunto, il nome alla Scuola, canzone che ha segnato la storia del rock progressivo italiano e che questo anno compie quaranta anni dalla sua composizione.
«Il grande cantautore non ha ancora confermato la sua presenza, a causa dei suoi numerosissimi impegni artistici internazionali – dice il direttore Scrimali – ma sono certo di potere riservare, comunque, agli allievi, che hanno scelto di studiare ad Enna, delle belle sorprese, in occasione della inaugurazione della Scuola la cui fondazione ed avvio rappresentano un traguardo importante della sua carriera scientifica, didattica e di protagonista della formazione universitaria del Terzo Settore».
«Tutte le aree della psicoterapia e della riabilitazione – spiega il professor Scrimali – oggi si avvalgono della collaborazione del musicoterapeuta. La musicoterapia, si inserisce in tutti i contesti dove si sviluppa la personalità e dove si cura il disaggio di quest’ultima, il musicoterapeuta in futuro affiancherà sempre più lo psichiatri e il medico». Sono davvero molti gli ambiti in cui si può operare: «La musicoterapia – continua il neuroscienziato – è anche un potente strumento per gli interventi per la terza età, pensiamo ai centri Alzheimer e un valido aiuto alla psico-oncologia, per le persone che portano un dolore profondo dovuto alla neoplasia. Questa nuova figura professionale è infatti richiesta nell’ambito delle strutture sanitarie, socio-sanitarie, assistenziali e scolastiche, sia pubbliche che private. Usciranno presto i concorsi, questa nuova normativa europea interesserà anche le Asp, e per accedere saranno necessari la qualifica e l’iscrizione all’albo».

Il Sistema Formativo ALETEIA comprende la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia ALETEIA, riconosciuta dal Ministero della Università e la Scuola Abilitante di Musicoterapia che rispetta gli standard Europei per un corso di laurea triennale in Musicoterapia.

Visite: 436

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI