Enna il Panathlon Club ha celebrato i campioni sportivi locali

Dai 12 anni del campione italiano di tennis tavolo Daniele Spagnolo ai 50 anni del campione del Campione del Mondo Master di Judo Salvatore Palillo. Abbraccia questo arco di 38 anni di storia il percorso dei 10 atleti che nella serata di venerdì 1 dicembre in un teatro Garibaldi stracolmo di gente hanno ricevuto il giusto tributo da parte di una intera città. Dieci persone speciali che con i loro successi ma soprattutto con i loro sacrifici portano alto in giro per il mondo il nome non solo della città di Enna ma di un intero territorio. Ed a volere questo momento solenne è stato il Panathlon Club di Enna presieduto da Fabrizio Greco con il patrocinio del Comune di Enna, del Coni e con la collaborazione dell’Ussi Sicilia ha organizzato questa grande kermesse. E tra l’altro l’evento svoltosi in una suggestiva location come la “bombonera” del teatro Garibaldi è così piaciuto che il segretario regionale dell’Ussi Sicilia Nino Randazzo nel suo intervento ha prosposto la città di Enna per la consegna dei premi Ussi Sicilia per l’edizione del prossimo anno. Così in una serata condotta magistralmente dal Giornalista Capo Redattore Tgr Rai Sicilia Roberto Gueli collaborato dal giornalista locale e panatleta Riccardo Caccamo sono saliti sul palco per ricevere il doveroso tributo tanti atleti che in questo 2017 hanno raggiunto prestigiosi risultati sia a livello nazionale che europeo ed addirittura mondiali. Gente che in silenzio e lontano dai riflettori nell’assoluta semplicità hanno fatto cose che sanno quasi dell’incredibile come il lunghista Filippo Randazzo campione italiano assoluto e medagliato agli europei U23 ma soprattutto entrato nel club esclusivo mondiale degli “ottomestristi”, la “soldatessa volante” Sonia Vitale tricolore di paracadutismo di precisione, la “reginetta dell’acqua”, Arianna Sacco campionessa italiana e vice europea di Sci Nautico, la mascotte dei premiati, il pongista Daniele Spagnolo di appena 12 anni ma già campione d’Italia di categoria, ma anche il “nonnino” del gruppo ma che non finisce mai di stupire il judoka Salvatore Palillo fresco dell’ennesimo titolo iridato Master. E sempre in questa disciplina, la dolce Silvia Drago ma “terribile” sul Tatami, campionessa italiana Under 21 e il più “finlandese dei siciliani”, il Driver Simone Patrinicola campione italiano U25 negli Sport Prototipi e pronto per l’avventura europea Endurance. Ed ancora il tecnico di Pallamano il regalbutese Salvo Cardaci che ha portato alla vittoria dello scudetto femminile il Salerno, il campione del mondo di calcio a 5 con la nazionale Fisdr del Cip il “capitano”, aidonese Carmelo Messina e la “squadra speciale” di Danza Sportiva Paralimpica della Enna Dance Sport tricolore nella loro disciplina. Inoltre è stato assegnato il premio Cardaci alla dodicenne sciatrice d’acqua Alice Gulisano e una menzione speciale al tecnico di calcio del “Troina dei miracoli” Peppe Pagana lo scorso anno finalista della coppa Italia di Eccellenza ma soprattutto in corsa per l’eventuale storico traguardo della promozione in lega Pro della società nebroidea. Ed ancora un riconoscimento ai tre medici fondatori della sezione ennese dell’Associazione medici sportivi. In sala inoltre tante autorità e rappresentanti del mondo dello sport ma anche istituzioni civili e militari. Testimonial della manifestazione i due atleti del Gruppo delle Fiamme Gialle accompagnati dal presidente del loro Gruppo Sportivo il colonnello Vincenzo Parrinello, la triplista Simona La Mantia e il caoista Matteo Torneo. E la serata non poteva non concludersi con la presenza e la performance di un altro importante “ambasciatore” della sicilianità in genere ma “dell“ennesità” in particolare come l’artista cantautore di musica popolare siciliana e non solo Mario Incudine. Non è stato facile organizzare un evento del genere ma siamo soddisfatti per esserci riusciti – commenta il presidente del Panathlon Club di Enna Fabrizio Greco – un grazie al Comune ed al Coni per la collaborazione, a Roberto Gueli per la sua professionalità, ai soci panatleti per la collaborazione ma soprattutto un grazie a tutti gli atleti e tecnici premiati che con i loro risultati sportivi inorgogliscono un intero territorio”.

Visite: 887

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI