Enna il musicista ungherese Mark Varrò al quartiere San Tommaso

Márk Varró al quartiere San Tommaso.
ore 17:00 presso la sede del Liceo musicale di Enna in Via Roma 63;
ore 18:00 presso Rifioriamo in piazza Bovio;
ore 18:30 in piazza San Tommaso con Bedda Radio.
Il freddo non esiste, è solo impressione.
Màrk Varrò, di origine ungherese, si affaccia per la prima volta al mondo musicale all’età di dodici anni, iniziando a suonare uno strumento a corde tipico dell’est Europa chiamato citera; studia lo strumento in una scuola vicina a Budapest ed entra a far parte del gruppo folklor ungherese kisboroka con il quale suona per quattro anni. Durante questi anni comincia a strimpellare con il koboz (altro strumento tipico dell’est Europa) e dà inizio ad uno studio da autodidatta, sino a che entra a far parte del gruppo balkan ungherese “Flotas”, capeggiato dal maestro mondiale del marranzano Aron Szilagyi, con il quale suona e viaggia per diversi paesi dell’Europa, fino all’età di vent’anni. Consegue il diploma presso il conservatorio musicale “Nyiregyhazi Muveszeti Kozepiskola” nel 2011 e si trasferisce a Budapest per studiare al Conservatorio “Liszt Ferenc Zenemuveszeti Egyetem”, specializzandosi nella viola. Contemporaneamente s’imbatte in un altro meraviglioso strumento a centoquarantaquattro corde chiamato cimbalom, strumento tipico dell’Ungheria che riproduce un suono simile tra un pianoforte ed un’arpa , poiché le corde, picchiettate da due bastoncini di legno, sono proprio quelle di un pianoforte. Per qualche tempo prende lezioni private di cimbalom da un celebre professore di Budapest e inizia a suonare con il gruppo folklor ungherese “Bakator” su tutto il suolo nazionale e con questa formazione, nel 2012 pubblica un cd con dieci tracce. Fino al 2015 viaggia per tutta l’Europa con diversi strumenti e formazioni, affermandosi come polistrumentista. Una tra le ultime performance italiane l’ha tenuta con il sopracitato Aron Szilagyi, alla settima edizione del “Marranzano World Fest 2016” (festival mondiale del marranzano) presso il Monastero dei Benedettini a Catania, festival che ospita musicisti celebri di tutto il globo. Nel 2015 va a vivere in Sicilia, la regione che l’ha ospitato più volte e della quale è rimasto affascinato sin dal primo incontro e nel 2017 , incontra due musicisti polistrumentisti che vantano premi e palchi di diverse origini, Salvatore Lo Verde e Giuseppe Cammarata, con i quali fonda il gruppo musicale “Triagramma”, continuando ugualmente a valicare i palchi più svariati sia come solista, sia accompagnato da diverse formazioni.

Visite: 356

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI