Enna, il Giovani Democratici, il candidato sindaco si scelga attraverso le primarie

Noi Giovani Democratici della Città di Enna condividiamo l’esigenza espressa dal segretario del nostro partito Tiziana Arena, convinti che bisogna agire nell’interesse della Città e del Partito Democratico, ma riteniamo altresì che questo non possa prescindere dallo svolgimento di regolari primarie, che ci aiuterebbero tanto a riaprire il dibattito interno quanto a tornare a parlare dei problemi dei cittadini.

E’ evidente che tutti noi vogliamo un Partito Democratico unito ed è evidente che Paolo Garofalo è e resta il sindaco espresso dal Partito Democratico, che è rappresentativo di un percorso politico che, seppur tra mille difficoltà, ha avuto l’idea di provare ad occuparsi di cultura, sociale, urbanistica nell’interesse della propria città, e che abbiamo tutti noi con lealtà sostenuto 5 anni fa e supportato.

Ed è altresì giusto che la Segretaria Arena lo tuteli dalla incessante campagna mediatica di questi giorni, confidando che la giustizia possa sempre e comunque fare il proprio corso, stabilendo quale sia la verità su fatti di cui si è tanto, forse troppo, parlato e sulla quale non potremmo dir altro non avendone né la competenza é la legittimità a farlo.

Tuttavia, ci piacerebbe poter esprimere, almeno qui, il nostro punto di vista, che è il punto di vista di un largo gruppo di giovani tra i 14 ed i 29 anni, che fanno parte del PD, seppur in una organizzazione autonoma, quella dei Giovani Democratici, e che hanno la voglia e la passione di voler fare bene, mettendosi a disposizione della città e di una politica che guardi alla solidarietà ed alla parte più disagiata della città.

Sulla base di questa convinzione, crediamo che, al netto del sostegno morale a Garofalo, sia auspicabile riunire gli organismi dirigenti del partito ennese per affermare quanto già detto in sede provinciale, al fine di ribadire che è necessario fare le primarie per la scelta del candidato a Sindaco del Partito Democratico.

E ciò sopratutto per la ragione che è assolutamente necessario fare le primarie non tanto ai fini di presunte liti e conte interne, cosa che non ci interessa né può interessare i nostri concittadini, ma per l’esigenza che ha questo partito di riaprire il dibattito interno e costruire un nuovo progetto politico da presentare alla cittadinanza.

Noi riteniamo che bisogna confrontandosi con le istanze di solidarietà ed i problemi che la città sta da più tempo sta lamentando, e che dovrebbero essere la nostra prima preoccupazione. Che sono davvero tanti e destano in noi un’immensa preoccupazione.

Riteniamo che è pure necessario consentire a tutti di partecipare e fare un nuovo patto con i cittadini, data l’esigenza collettiva di discutere, fare cose nuove e poter finalmente andare avanti nel bene di tutta la cittadinanza.

Dando delle risposte chiaramente di e da sinistra, che non possono essere non date, data l’attuale situazione sociale ed economica.

Siamo certi che questa, andando al di là del chiacchiericcio diffuso, sia la reale intenzione di tutto il nostro amato partito, della nostra carissima segreteria, del nostro stimato sindaco e di tutto il gruppo al Consiglio Comunale. Le primarie bisogna farle. Per il bene e nell’interesse della città di Enna e di tutto il Partito Democratico.


Visite: 564

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI