Enna Il Comitato Promotore per i Diritti dei Cittadini sul completamento dell’Ex CISS di Pergusa

Questo Comitato appresa la notizia dalla stampa che finalmente si completeranno i lavori della casa di accoglienza nell’ex CISS di Pollicarini, prende atto con soddisfazione, perché l’argomento era stato affrontato, fra gli altri problemi sanitarie con le SS. LL. nell’incontro avuto il 21-11-2016, perché si aspettavano i finanziamenti richiesti.
Oggi la bella notizia pubblicata è del finanziamento di un milioni e 400 euro per le parti esterni e due milioni di euro per l’acquisto di attrezzature del centro.
Come si sa per averlo ricordato sempre e perché ci pare giusto di farlo perché la proposta del centro interprovinciale per i malati fisici e psichici partì da questo Comitato nel 1996 che trovò la sensibilità dell’allora Sindaco di Enna ing. Antonio Alvano e del direttore dell’U. S. L. (allora)dott. Francesco Naro, che accogliendo la proposta incominciò l’interessamento da parte del Comune individuando nell’edificio dell’ex
CISS costruito nel 1958, abbandonato, per conoscere in quale stato tecnico si trovasse incaricando l’ing. Gagliardi di Enna e l’ing. Cerami dell’Università di Palermo, che relazionarono positivamente. Il direttore dell’USL iniziò impegnandosi per ottenere i finanziamenti necessari che furono di 16 miliardi di lire.
In seguito con l’interessamento di altri rappresentanti dell’Istituzione Sanitaria si sono ottenuti altri finanziamenti in euro.
Ecco perché il Comitato prende atto con soddisfazione perché quello che a diversi all’inizio poteva sembrare difficile la realizzazione come tante volte avviene per altre opere, con promesse irrealizzabili e demagogia, che questo Comitato non ne ha mai fatto, perché non ha nessuno interesse in quanto non fa politica ma solo l’interesse per la città e i suoi abitanti, oggi c’è la possibilità di essere finalmente realizzato.
Certamente il Comitato è contento sicuramente per gli altri finanziamenti annunciati a favore della sanità per migliorare i servizi in favore degli utenti e degli assistiti.
Si resta fiduciosi che saranno al più presto avviate le procedure per l’affidamento dei lavori con le gare di appalto, così finalmente potrà realizzarsi questa opera buona e lodevole, per questi malati sfortunati.
Grazie a tutti coloro i quali sono stai impegnati e quelli che ancora lo saranno per la realizzazione e il funzionamento di questa grande opera benefica importante.

Visite: 145

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI