Enna, il comitato promotore per i diritti dei cittadini su intestazione istituto geometri a Salvatore Paxia

Questo Comitato fin dal 14-1-2013 ha inviato alle SS. LL. una lettera documentata perché l’Istituto Tecnico commerciale e quello dei geometri, ora accorpati, venisse intestato al prof. Salvatore Paxia, già intitolata la scuola per geometri. Purtroppo sollecitata anche il 10-2-2014, non ha avuto mai nessuna risposta.

Ancora una volta questo Comitato sollecita la proposta alle SS. LL., allegando ancora il suo curriculum.

Facendo anche presente che il prof. Paxia fu Consigliere comunale nella legislatura 1956-70.

Questo Comitato si rivolge alle SS.LL., per un atto di giustizia e di memoria storica, per evidenziare quando segue:

Il 13 Dicembre 1988 venne intestata la Scuola dell’istituto Tecnico per Geometri al Prof. Salvatore Paxia, che fu docente e preside.

Motivando durante la cerimonia della intitolazione, fra l’altro della scuola a Paxia, le eccellenti doti di uomo di scuola e di cultura, ma anche soprattutto la ricca umanità e la salda fede da cui fu animato nell’intensa attività culturale e civica.

Si disse in quell’occasione che “si è voluto intitolare a Salvatore Paxia l’istituto tecnico Statale per Geometri affinché queste sue doti possano essere di esempio a quanti vogliono l’Uomo più impegnata e preparata la Scuola, più evoluta la Società tutta” Si ritiene anche giusto evidenziare e ricordare una sintesi bibliografica.

Salvatore Paxia nato a Canicattì il 6-12-1903, ennese di adozione, laureatosi in Matematica e Fisica presso l’università di Catania, fu assistente di Geometria del Prof. Spampinato, sotto la cui guida pubblicò alcuni interessanti lavori.

Nel 1928 conseguì il diploma di abilitazione all’insegnamento di Matematica e Fisica, iniziando la sua attività di docente presso il Liceo Ginnasio “N. Colajanni” di Enna. Poi insegnò a Reggio Emilia a Vicenza, a Modica, nelle scuole italiane di Tripoli, Sofia e Budapest.

Rientrato in Italia, insegnò all’Istituto Tecnico Commerciale “Duca D’Aosta” di Enna dal 1945 al 1953, anno in cui ebbe l’incarico di Preside che ricoprì ininterrottamente fino al 7 Giugno 1962, giorno della sua prematura scomparsa.

Da profondo conoscitore del problema del tempo, intuì l’enorme sviluppo che la tecnologia avrebbe avuto nel futuro e come la nostra Scuola sarebbe stata coinvolta nel processo evolutivo della scienza e della tecnica: per questo si batté, con ferma decisione e competenza, per ottenere l’istituzione della sezione “Geometri” di Enna e, successivamente, la realizzazione di un funzionale edificio scolastico corredato da idonee e moderne attrezzature.

Dopo gli accorpamenti di locali e altri Istituti, non prevalse più purtroppo la denominazione di Salvatore Paxia. Pertanto questo fatto ha suscitato malumori e risentimenti tali, da indurre questo Comitato di prendere posizione in difesa della intestazione della Scuola a Salvatore Paxia. Si è vero che l’Istituto Tecnico era intestato al Duca d’Aosta, ma in quell’edificio poi è sorto il liceo scientifico intestato al benemerito concittadino Pietro Farinato.

Ora con tutto il rispetto storico e meritevole per il Duca d’Aosta, che durante la seconda guerra mondiale fu nominato Viceré d’Etiopia, con il comando delle truppe italiane in Africa orientale a cadde prigioniero sull’Amba-Alagi dagli inglesi il 18-5-1941 e trasferito in Kenya ivi morì, sempre in prigionia nel marzo 1942, negli anni 1956-1960 gli fu intestata una Via, la proposta fu fatta dall’allora Consigliere comunale Enrico Caccamo che il Consiglio comunale approvo all’unanimità, tanto che la moglie la marchesa Anna d’Aosta inviò un telegramma di ringraziamento esprimendo questi sentimenti: “Commovente proposta Consiglio comunale di Enna interprete del generoso Popolo Siciliano, che mio marito predilesse raggiunge il mio cuore. Ringrazio con animo affezionatissimo. Anna Aosta”.

Anche per evitare l’errore commesso con la Via e Piazza Vittorio Emanuele di avere due intestazioni alla stessa personalità, a parere di questo Comitato è giusto che la Via intestata al Duca D’Aosta resti così, come è giusto che l’Istituto unificato, commerciale e tecnico per Geometri sia intestato al Prof. Salvatore Paxia per i meriti ricordati.

Pertanto le SS.LL. sono pregati di volere applicare la volontà dei cittadini e di tutti i coloro i quali gli diedero il giusto riconoscimento, auspicando di fare conoscere le loro decisioni di un benevole accoglimento, all’auspicio di questo Comitato

Visite: 492

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI