Enna il bilancio della prima festa di S. Elia il santo di sicure origini ennesi

BILANCIO DELLA PRIMA FESTA DI SANT’ELIA
“La Chiesa del Carmine stracolma di fedeli”

La prima festa di Sant’Elia, unico santo della città di Enna, celebrata il 17 agosto, si è conclusa con un bilancio più che positivo, nonostante il totale disinteresse del comitato di quartiere, di alcune istituzioni e i profeti di sventura che agitavano lo spettro della città vuota per il ferragosto e i temibili ed improvvisi acquazzoni pomeridiani che ci affliggono da un po’ di tempo.
Il santo come volevasi dimostrare non è andato in vacanza ed ha chiamato a se, ed atteso i suoi devoti in chiesa, nella grande chiesa del Carmine stracola di fedeli.
La provvidenziale pioggia che non ha permesso la celebrazione esterna, nella piazza antistante la chiesa, è la risposta più che significativa del Santo ad un amministratore che ci ha invitato “a smetterla con le processioni e di pregarci i santi nelle chiese”, e Sant’Elia ha preferito non disturbare.
La mancata organizzazione di un evento ricreativo in piazza Carmine, mentre per il resto della città no si è badato a spese, negli stessi giorni della festa, ha un non so che di oltraggioso non tanto verso chi ha promosso la festa, la parrocchia San Tommaso, ma verso il santo ennese al quale non si è voluta dedicare alcuna attenzione.

Visite: 245

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI