Enna; “Giornata internazionale delle guide turistiche, dal Museo Varisano “Grati all’Associazione Guide turistiche di Enna”

Siamo grati all’Associazione Guide Turistiche di Enna che nell’ambito della XXVII giornata internazionale della guida turistica, ha individuato come luogo per celebrare l’evento il Museo Regionale Interdisciplinare di Enna. A tale scopo si è collaborato per l’organizzazione di un programma (a cui si è aggiunta la partecipazione dell’Associazione Nazionale Carabinieri e del Comune di Enna)  con previsione di : a) un incontro “educational” per le guide turistiche, curato dagli archeologi dott. Rosario Patanè e dott.ssa Rossella Nicoletti , realizzato Mercoledi 17 febbraio; b) visite guidate GRATUITE alla scoperta della struttura Museale e della sua Collezione Archeologica a cura dell’A.G.T.E. Sabato 20 febbraio dalle ore 10 alle ore 12,30 e dalle ore 16 alle ore 19.00 e Domenica 21 febbraio dalle ore 10 alle ore 12,30  e dalle ore 16 alle ore 18.00.
Ciò ha consentito l’inizio di una, già da tempo, auspicata collaborazione per l’incremento dei visitatori del museo non solo per mero dato statistico (di per se soddisfacente, 7366 visitatori, con incremento di 2173 visitatori nel 2015, equivalente al 41% in più rispetto al 2014) ma per diffondere e rendere giustizia, dei valori culturali di immenso valore espressi dalla collezione museale, che si qualifica ormai come un museo del territorio; sostanzialmente il museo dei Siculi, perché fa vedere come procedono i contatti tra locali e Greci tra VIII e V secolo a.C.
Nel riallestimento del Museo si sta passando da un allestimento tipo schedario di enciclopedia a un allestimento che costituisce un racconto, guidando il visitatore attraverso la storia del territorio. In questa fase si sta sostanzialmente rispettando la selezione di oggetti fatta negli anni Ottanta, ma si sta intervenendo sul modo di esporre, per migliorare la fruizione, per consentire una migliore lettura degli oggetti e dei contesti. Lavorando nel museo regolarmente aperto al pubblico, si sta intervenendo sulla disposizione degli oggetti in vetrina, a volte anche diradando qualcosa, per consentire una visione più immediata; si parla tanto di “tirare fuori i tesori dai magazzini dei nostri musei”; paradossalmente a volte è vero il contrario: esagerando un po’ per chiarire, è evidente che una vetrina stipata come una scaffalatura da magazzino con i vetri, magari con oggetti ad altezze non esattamente compatibili con l’occhio del visitatore, non è esattamente il massimo. Si stanno introducendo didascalie che fanno seguire il filo del discorso; ma anche immagini, per comunicare con immediatezza concetti e sensazioni. Gli oggetti frammentari non sono immediatamente percepibili ai non addetti: uno schizzo aiuta a riconoscere l’oggetto; una scena figurata d’epoca fa percepire l’azione; una ricostruzione può essere di aiuto. Il riallestimento ci sta facendo mettere mano all’indice generale, passando da un percorso più rigidamente cronologico a un percorso più topografico, che fa vedere meglio sia il rapporto con il territorio, sia un filo conduttore costituito dalla storia della ricerca archeologica. Inutile dire che la carenza di mezzi non aiuta; e neanche la difficoltà di programmazione in una struttura in continuo riassetto.
Il Dirigente del Museo Regionale Interdisciplinare di Enna
(arch. Angelo  Giunta)

Visite: 1008

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI