Enna; frana viale Caterina Savoca, gli operatori economici della zona “Affrontiamo il problema tutti insieme”

Non poca preoccupazione sui tempi di risoluzione di questa che si può definire una vera tragedia. Lo sono non solo le famiglie residenti della zona interessata e che sono state evacuate e trasferite momentaneamente in un albergo, ma ancor di più gli operatori economici che insistono nella stessa area, tra tutti due ristoranti ed un paio tra autofficine ed elettrauto. Infatti la chiusura della strada li ha di fatto tagliati fuori dal resto della città anche se però pare che si sta cercando di trovare delle soluzioni alternative nell’immediato come spiega Giovanni Cuci titolare di una autofficina che da decenni svolge la sua attività in quella zona. “Per correttezza in tal senso abbiamo già avuto nella giornata stessa di domenica scorsa delle assicurazioni da parte del vice sindaco Agelo Girasole che l’amministrazione comunale avrebbe cercato di trovare delle soluzioni alternative come ad esempio il doppio senso di marcia nella parte di viale Caterina Savoca ancora transitabile in modo da consentire alle macchine che arrivano da noi e nelle attività economiche prima di noi di poter risalire la stessa strada che invece nella normalità è a senso unico. Il vero problema invece è semmai per i titolari del ristorante Trinacria che invece si trovano proprio quasi a ridosso della frana e quindi impossibilitati a lavorare”. Ma Cuci però mette sul piatto altri inconvenienti sulla viabilità. “Fermo restando che non è assolutamente il momento di fare polemiche e perdere tempo a trovare di chi è la colpa – continua – ormai quello che è successo è successo ed invece è il momento di collaborare tutti per cercare di accorciare i tempi e trovare delle soluzioni alternative immediate. E’ verto che con il doppio senso si da la possibilità a chi arriva da me ma anche nelle altre attività che mi prevedono. Ma è anche vero che percorrendo il viale Caterina Savoca si arrivata in piazza Garibaldi e di fatto nel centro della città. Adesso anche se le vetture possono risalire in controsenso per arrivare poi nuovamente al centro in questo momento devono effettuare un giro interminabile. Quindi a mio avviso anche questo problema è da tenere molto in considerazione. Ribadisco che non è il momento di fare polemiche che non servono a nessuno ma solo di lavorare tutti insieme ed ognuno per le proprie competenze. Il sottoscritto ma penso anche gli altri interessati sia come operatori commerciali ma semplici cittadini siamo fiduciosi che le istituzioni interessate lavoreranno senza sosta per garantire i diritti dei cittadini”.

Visite: 578

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI