Enna festeggiamenti Maria SS della Visitazione, grazie all’Associazione 360 la città grande laboratorio di integrazione

In un momento molto delicato in cui i valori della solidarietà vengono messi in discussione e lo straniero in particolare l’immigrato che arriva in Sicilia sui barconi della speranza viene visto come un nemico, un terrorista o colui che “ruba” risorse economiche agli italiani, dalla piccola Enna arriva un grande segnale di integrazione. Infatti nella serata di venerdì 30 giugno grazie all’Associazione 360 guidata spiritualmente dal giovane prete Giuseppe Rugolo, in occasione dei festeggiamenti della patrona Maria SS della visitazione prevista per il 2 luglio, cattolici e musulmani hanno pregato insieme nella grande chiesa madre. L’associazione 360 ha organizzato un momento di preghiera in nome di Maria con i giovani immigrati ospiti in un centro di accoglienza di Pergusa, portati a Enna con il pullman messo a disposizione dell’Enna calcio. In chiesa dopo l’omelia del parroco Francesco Petralia giovani ennesi cattolici e musulmani hanno letto insieme testi del Vangelo e del Corano che parlano della Madonna. Dopodichè la suggestiva piazza Duomo si è trasformata in una platea teatrale che ha ospitato migliaia di persone che hanno assistito alla performance sulla scalinata e portale del duomo divenuti palco, dei circa 100 ragazzi del gruppo giovanile Cesma di Gela guidato da padre Angelo Strazzante de “L’Aida”, in versione Musical.

Visite: 952

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI