Enna esternalizzazione servizio Zone Blu: Sebastiano Buscemi (Cna) “Una occasione da non perdere”

Una occasione assolutamente da non poter perdere per chi vuole il bene della città. E’ quanto pensa Sebastiano Buscemi, giovane imprenditore titolare dell’omonima cartolibreria dalla storia secolare in pieno centro della città ma anche rappresentante provinciale dei commercianti iscritti a Cna sulla proposta dell’amministrazione comunale di esternalizzare il servizio delle strisce blu dei parcheggi e che dovrebbe andare al voto del consiglio comunale mercoledì 17 maggio. “Mi auguro che prevalga il buonsenso – commenta Sebastiano – e che la politica cittadina si tolga la propria casacca di appartenenza e pensi al bene della città perché a mio avviso questa è una opportunità da non poter perdere e che potrebbe dare un importante impulso al rilancio dell’economia cittadina”. Cosa prevede il piano di esternalizzazione. “Il Comune dovrebbe fare un bando ad evidenza pubblica con una partenza di 120 mila euro. Ma fanno punteggio anche contenuti tecnici come telecamere, dissuasori, ed altro ancora. Chi se lo aggiudica andrebbe a gestire i circa 400 parcheggi blu in giro per la città e dovrebbe prevedere un investimento iniziale di 350 mila euro per la realizzazione di colonnine e segnaletica orizzontale e verticale. Gli introiti che il Comune avrebbe da questa attività verrebbero utilizzati per coprire il costo delle navette che per tutto l’anno dovrebbero collegare il centro cittadino con le aree di parcheggio della zona Pisciotto o la piazza del cimitero. Iniziativa impossibile senza queste risorse incamerate. Tutto ciò consentirebbe ai Vigili Urbani di essere esentati dal controllo di questo servizio che sarebbe sotto il controllo della ditta che si aggiudicherà il servizio. E non solo anche le multe e sanzioni andrebbero nelle casse del Comune. Quindi ritengo che un servizio regolamentato come quello dei parcheggi dove vige la deregulation potrebbe portare benefici anche al commercio cittadino. Tra l’altro non capisco quale possa essere l’alternativa a questa proposta visto che il Comune dalle strisce blu quando va bene riesce ad incamerare non più di 40 mila euro l’anno”. Quindi sia imprenditore che da rappresentate di una categoria cosa esorta ai rappresentanti del consesso civico. “Di pensare al bene della città. Tutti gli operatori economici e non solo quelli che insistono nel centro cittadino abbiamo bisogno di regole certe a partire proprio da quello dei parcheggi. Quindi la mia esortazione è di dare una regola certa con l’approvazione di questo piano parcheggi”.

Visite: 2006

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI